Zombi, zombi ovunque, mentre MGM mira a incassare i non morti virtuali

Gli zombi infesteranno presto il centro di Las Vegas e la Strip. Ma prima di fare scorta di cibi in scatola, medicine e armi, stai certo che questi rappresentanti dei famelici non morti sono qui solo per intrattenere.

Da alcune settimane, la “Fear the Walking Dead Survival Experience” su Fremont Street offre ai visitatori un nuovo tipo di esperienza di guida interattiva. E MGM Resorts ha annunciato martedì che stavano portando gli zombi per aiutare a lanciare la nuova arena di realtà virtuale della lounge Level Up, che aprirà l’8 settembre.

Le due nuove attività a tema zombie stanno dando uno sguardo al tipo di esperienze non legate al gioco d’azzardo che le destinazioni dei casinò in futuro potrebbero cercare di creare.

Fear the Walking Dead è basato sull’omonimo programma televisivo e trasporta squadre di clienti paganti in un labirinto di comunità post-apocalisse popolato da zombi. Gli zombi qui sono interpretati da attori, ovviamente, e il college è un set, ma l’esperienza diventa qualcosa come una corsa interattiva, come Disneyland trasformata con i videogiochi.

MGM si getterà nella mischia dei non morti con “Zombie Survival”, che sarà una delle opzioni di realtà virtuale immersive disponibili nella loro nuova arena VR al Level Up nell’MGM Grand.

Promozione sociale

MGM ha collaborato con gli specialisti dell’intrattenimento VR Zero Latency per creare il tuono di 2,000 piedi quadrati che immerge i giocatori in un universo digitale liberamente navigabile, mentre sono legati a occhiali wireless e computer indossabili. I promotori stanno chiamando il nuovo angolo dell’hub di videogiochi e giochi di abilità incentrato sul millennio di MGM, la prima arena VR multigiocatore free-roaming di sempre.

Il CEO di Zero Latency, Tim Ruse, ha affermato che l’arena enfatizza il forte elemento sociale che la realtà virtuale può portare ai giochi.

“Quando si tratta di giocare ed esplorare nuovi mondi nella realtà virtuale, più persone significa più divertimento”, ha affermato. “La tecnologia spesso può isolare, ma siamo determinati a continuare a progettare giochi ed esperienze che uniscono le persone per vivere avventure VR strabilianti e forgiare ricordi reali che possono durare una vita”.

Insieme a Zombie Survival, l’arena offrirà un’esperienza chiamata “Singularity”, che coinvolge squadre che combattono robot killer in una segreta stazione di ricerca militare, e “Engineerium”, un’avventura puzzle ambientata in “un mondo fantastico con balene volanti, pappagalli giganti e creature colorate”.

“Volevamo portare un elemento di intrattenimento unico a MGM Grand e abbiamo trovato la soluzione perfetta con Zero Latency, che crea esperienze di gioco in realtà virtuale utilizzando una tecnologia sorprendente”, ha affermato il presidente e COO di MGM Grand Scott Sibella della nuova arena VR. “Semplicemente non c’è niente di simile da nessuna parte a Las Vegas”,

A caccia di millennial

L’arena VR di MGM è solo una piccola parte di Level Up, una lounge di 12,000 piedi quadrati che MGM sta cercando di trasformare in una destinazione imperdibile per i giocatori millenari che potrebbero o meno essere pronti a passare al gioco d’azzardo. A Level Up puoi giocare, ad esempio, alla prima macchina Frogger al mondo giocata per soldi, o scommettere con gli amici su alcune buche del golf in realtà aumentata.

Level Up offre anche giochi che hanno poco a che fare con il gioco d’azzardo, come biliardino, ping pong, Giant Pac-Man e Connect Four.