Wynn Resorts, Steve Wynn presenta mozioni per respingere una causa da 3 miliardi di dollari a Boston RICO

Sia Wynn Resorts che il suo ex presidente e CEO, Steve Wynn, hanno risposto a una causa che accusa la compagnia di racket in relazione alla sua offerta di ottenere la licenza per l’Encore Boston Harbor, nel 2014.

Venerdì, gli avvocati di Steve Wynn hanno scritto in una mozione per archiviare la causa, intentata dagli ex proprietari del Suffolk Downs Racetrack a East Boston, che “non presenta un reclamo contro il signor Wynn o qualsiasi altro imputato ed è priva di qualsiasi accuse di conseguenze legali.

“Il querelante ha scelto di ribattere con poco più di un’allusione”, aggiunge.

Suffolk Downs ha gareggiato contro Wynn Resorts nell’offerta del 2014 per la singola licenza dell’East Massachusetts, ma lui e il suo partner di casinò Mohegan Sun hanno perso contro la società con sede a Las Vegas.

RICO esaurito

Da allora la storica pista è stata venduta e si prevede che diventerà un complesso residenziale e commerciale, ma l’ex proprietario Sterling Suffolk Racecourse LLC (SSR) ha citato in giudizio Wynn Resorts e Steve Wynn l’anno scorso nel tentativo di dimostrare che la società “ha cospirato per risolvere l’applicazione processo, aggirare le leggi in vigore per prevenire l’infiltrazione di elementi mafiosi e interferire ed eliminare varie normative volte a proteggere il pubblico in generale.

Il mese scorso, ha modificato la sua denuncia per aggiungere altre due accuse esplosive: che il sindaco di Everett Carlo DeMaria abbia ricevuto tangenti da accordi di acquisizione di terreni per il casinò Wynn e che l’allora commissario per il gioco del Massachusetts Stephen Crosby abbia cospirato con un amico, Paul Lohnes, per guidare la licenza verso Wynn Resorts in un “accordo segreto”. Lohnes è anche un imputato nella causa.

“Un querelante deve presentare un reclamo RICO entro quattro anni dalla data in cui sapeva o avrebbe dovuto sapere per il suo infortunio”, hanno scritto.

“La denuncia modificata non riesce a trasformare presunte false dichiarazioni a un’autorità di concessione di licenze statali – una questione di legge statale sulle varietà di giardini – in un crimine federale”, hanno aggiunto.

Terra promessa

Le accuse della SSR dipendono dalla vendita del terreno che è diventato l’Encore Boston Harbor. Wynn Resorts lo ha acquistato da una società chiamata FTB Everett Realty, accusata di aver tentato di insabbiare il fatto che uno dei suoi proprietari, Charles A Lightbody, fosse un criminale condannato perché credevano che avrebbe fallito l’accordo.

Lightbody aveva anche legami con il sindaco De Maria, mentre un altro proprietario di FTB, Paul Lohnes, era un vecchio amico e socio in affari del commissario per il gioco Crosby, che una volta lo aveva salvato quando l’attività editoriale di Crosby era fallita.

Lightbody e altri due proprietari di FTB, ma non Lohnes, sono stati processati per frode ma sono stati scagionati. È stato anche stabilito in tribunale che Wynn Resorts non aveva alcuna conoscenza preliminare del passato criminale di Lightbody.

Lascia un commento