Vincitore della lotteria Powerball da $ 560 milioni trionfa in un caso di anonimato storico

Una vincitrice del Powerball del New Hampshire che ha citato in giudizio la lotteria di stato per preservare il suo anonimato in modo da poter evitare attenzioni indesiderate ha vinto la sua causa. La donna, conosciuta solo come “Jane Doe”, ha vinto l’ottavo jackpot della lotteria americana – un premio di $ 560 milioni – il 6 gennaio.

Ha quindi intentato una causa per sfidare le leggi sulla lotteria del New Hampshire, che impongono che il nome del vincitore, la città natale e l’importo del premio diventino informazioni pubbliche.

Ora, grazie al giudice Charles Temple della Corte Superiore del New Hampshire, “Jane Doe” riuscirà a mantenere sia la sua privacy che il suo vero denaro.

“La Corte non ha alcun dubbio che se l’identità della signora Doe dovesse essere rivelata, sarà soggetta a una quantità allarmante di molestie, sollecitazioni e altre comunicazioni indesiderate”, ha scritto il giudice nella sua sentenza. Ha aggiunto che “ha affrontato il suo onere di dimostrare che il suo interesse per la privacy nella non divulgazione del suo nome supera l’interesse del pubblico nella divulgazione del suo nome”.

Avvocato

Secondo i documenti del tribunale, la donna misteriosa ha firmato il retro del suo biglietto dopo aver scoperto di essere una vincitrice, credendo che fosse tenuta a farlo in base ai regolamenti della lotteria statale. Ma dopo aver parlato con un avvocato, le è stato detto che avrebbe potuto proteggere il suo anonimato scrivendo invece il nome di un fiduciario intestatario, in cui un fiduciario designato avrebbe potuto rivendicare il premio per suo conto.

La donna ha intenzione di donare una grande parte del denaro in beneficenza e ha già fatto sostanziali donazioni a Girls Inc., un’organizzazione orientata all’emancipazione delle donne, e a tre sezioni del New Hampshire di End 68 Hours of Hunger, che sottoscrive il cibo per i bambini poveri delle scuole nei fine settimana quando non hanno accesso ai pasti scolastici.

The Good Life

In una dichiarazione ufficiale, la New Hampshire Lottery si è detta sorpresa dalla decisione della corte, ma l’ha rispettata: almeno per il momento. I funzionari della lotteria intendono consultarsi con l’ufficio del procuratore generale dello Stato per “determinare i prossimi passi appropriati per quanto riguarda il caso”.

Ma anche i funzionari della lotteria erano pronti ad ammettere che, chiunque fosse, Jane Doe aveva buone intenzioni nel suo caso.

“Anche se non conosciamo l’identità del vincitore, sappiamo che il suo cuore è nel posto giusto”, ha dichiarato il direttore esecutivo della lotteria del New Hampshire Charlie McIntyre. “Queste sostanziali donazioni sono un’indicazione della sua generosità e faranno una differenza significativa nella vita di molti in tutta la nostra comunità”.

Piuttosto che accettare il premio a rate, Jane Doe ha deciso di raccogliere una somma forfettaria di circa $ 358 milioni, al lordo delle tasse.

Lascia un commento