Squadre MLB con Sportradar per distribuire statistiche in tempo reale agli operatori di scommesse sportive

Major League Baseball (MLB) e Sportradar hanno raggiunto una partnership pluriennale che offre a quest’ultima azienda l’accesso esclusivo a livello internazionale per distribuire le statistiche in tempo reale della lega agli operatori di scommesse sportive.

Negli Stati Uniti, Sportradar avrà lo stesso accesso per trasmettere informazioni ai bookmaker negli stati in cui l’attività di gioco d’azzardo è legale. Tuttavia, a differenza di quanto accade a livello internazionale, il fornitore di dati sportivi non avrà l’esclusività delle statistiche.

La MLB afferma che le statistiche di gioco vengono raccolte in tempo reale “in ogni campo da baseball tramite la tecnologia proprietaria della lega e gli operatori statistici”. La lega ha spiegato in una dichiarazione che i suoi dati ufficiali, abbinati alla tecnologia di Sportradar e alla vasta rete di distribuzione, “forniranno un vantaggio competitivo significativo ai bookmaker quando si tratta di scommesse in-game e gestione delle responsabilità”.

Con sede in Svizzera, Sportradar ha un valore di oltre 2.4 miliardi di dollari. Insieme ai suoi investitori ci sono i miliardari Michael Jordan e Mark Cuban. I clienti di Sportradar includono i più grandi bookmaker mobili del mondo, tra cui William Hill, Ladbrokes, bwin, bet365 e Paddy Power Betfair.

Sul radar

Da quando la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato il divieto federale sulle scommesse sportive su vasta scala lo scorso maggio, Sportradar ha stretto accordi con le leghe sportive professionistiche.

Sportradar ora ha contratti con tutti i “quattro grandi” campionati statunitensi: MLB, NFL, NBA e NHL. La società ha anche annunciato a dicembre di aver firmato una “partnership di integrità” con NASCAR.

Dall’abrogazione dello SCOTUS, la protezione dell’integrità dei giochi è della massima importanza per gli arbitri della lega. La MLB ha recentemente chiesto ai regolatori statali del gioco in cui le scommesse sportive sono autorizzate a vietare l’indennità di gioco d’azzardo nelle partite di allenamento primaverile della lega.

MLB ha sostenuto che i giochi di allenamento primaverile presentano giocatori che probabilmente non faranno parte dell’elenco finale della squadra, e quindi quegli individui potrebbero essere più suscettibili alle influenze esterne che scommettono sui concorsi. Il Nevada Gaming Control Board ha negato la richiesta, ma i regolatori della Pennsylvania hanno obbligato.

Prevalenza delle partite truccate

Uno studio del 2015 intitolato “Le probabilità di partite truccate” è stato condotto dall’Asser Institute Center for International and European Law in collaborazione con Sportradar. Il gruppo ha affermato che si tratta del primo esame approfondito dei potenziali collegamenti tra “casi di partite truccate relativi alle scommesse e tipi specifici di scommesse sportive sulla base di prove empiriche quantitative”.

Da maggio 2009 a novembre 2014, l’FDS di Sportradar ha emesso 1,625 rapporti su partite di calcio ritenute altamente sospette. Ciò rappresenta meno dell’uno percento dei giochi totali monitorati.

Il rapporto ha rilevato che non ci sono prove che le scommesse live, note anche come scommesse in-game, portino a un’elevata incidenza di partite truccate. Lo studio ha concluso che non vi è alcuna giustificazione per vietare “questi tipi di scommessa”.

Tuttavia, ha concluso che i campionati di calcio di livello inferiore, così come gli eventi amatoriali che coinvolgono i giovani, potrebbero essere più inclini a truccarsi.

Lascia un commento