Showboat Atlantic City potrebbe riaprire, ma come quello che è ancora nell’aria

Il proprietario del nuovo Showboat Atlantic City, Bart Blatstein, ha mosso i primi passi verso l’ottenimento di una licenza per il casinò dalla Divisione di applicazione del gioco (DGE) del New Jersey. Ma se è all’altezza o meno del compito di gestire un locale che aveva fallito in passato è in discussione.

Durante un’intervista questa settimana con CBS Philadelphia, l’analista di gioco con sede in Nevada Roger Gros si è chiesto perché Blatstein crede di poter gestire un redditizio piano di gioco lì, mentre il precedente proprietario Caesars Entertainment ha deciso di chiudere lo spazio.

“Non c’è stato alcun miglioramento all’interno della struttura, quindi non so perché pensa di poter gestire un casinò con profitto quando non era così quando era gestito dalla più grande società di gioco d’America, Caesars. “

Lo Showboat è stato il primo di quattro casinò di Atlantic City a chiudere nel 2014. A quel tempo, Caesars ha affermato che il piano di gioco stava ancora realizzando un profitto, ma ha deciso di chiudere il resort nel tentativo di ridurre la concorrenza per i suoi altri tre casinò AC: Caesars , Harrah’s e Bally’s.

La Stockton University ha acquisito lo Showboat da Caesars nel 2014 per 18 milioni di dollari. Dopo che alla scuola è stato impedito di aprire la struttura come residenza per studenti e campus satellite, è stata venduta a Blatstein per 23 milioni di dollari nel gennaio 2016.

Vicini con benefici

Showboat Atlantic City è idealmente posizionato sul Boardwalk tra il chiuso Trump Taj Mahal e Revel, due casinò resort che diventeranno rispettivamente Hard Rock Atlantic City e Ocean Resort Casino entro la fine dell’anno.

Gros crede che Blatstein stia semplicemente cercando di rubare del traffico pedonale di passaggio. “Penso che [lui] stia solo probabilmente sperando in qualche ricaduta da quelle proprietà e, a meno che non abbia qualcosa di speciale nella manica, non riesco a vederlo funzionare”, ha detto Gros CBS Philadelphia.

All’inizio di questo mese, Blatstein ha presentato una “dichiarazione di conformità” al DGE, il primo passo per ottenere una licenza per il casinò nel New Jersey. L’immobiliare con sede a Filadelfia ha detto che “sta appena iniziando il processo”, ma non ha indicato se è pienamente impegnato a riportare il gioco d’azzardo nella proprietà.

Boxe > Millennials

Showboat è stato apparentemente un investimento per tentativi ed errori per Blatstein. Inizialmente ha commercializzato il resort solo hotel come alternativa per i turisti che volevano evitare un ambiente da casinò durante un soggiorno ad Atlantic City.

Ha anche preso di mira i millennial ospitando l’Atlantic City Fan Xpo. Destinato a svolgersi ogni fine settimana dal Memorial Day al Labor Day 2017, l’Xpo doveva accogliere un nuovo tema incentrato sui millennial ogni settimana, ma la serie è stata bruscamente interrotta alla fine di giugno a causa della scarsa partecipazione.

Con quella demografia in crisi, Bartstein sta guardando completamente a un altro pubblico e sta riportando la boxe.

Questo fine settimana, per la prima volta in quasi un decennio, allo Showboat si è tenuto un match. Promosso dalla Rising Star Promotions con sede nel New Jersey, l’evento principale ha visto Thomas LaMannna contro Gabriel Bracero nel campionato Fecarbox. La sede di Showboat da 1,500 posti è quasi esaurita.