Secondo quanto riferito, l’accordo sul budget della Pennsylvania si chiude, lo Stato autorizza i “mini-casinò” rurali

Il budget di 32 miliardi di dollari della Pennsylvania che il governatore Tom Wolf (D) ha permesso di approvare senza la sua firma a fine giugno è sottofinanziato di 2.2 miliardi di dollari, e ora sembra che le probabilità siano abbastanza forti che una sorta di misura di espansione del gioco sarà utilizzata per coprire parzialmente il carenza.

I legislatori statali sono tornati questa settimana nella capitale di Harrisburg per trovare un modo per finanziare il progetto fiscale che il legislatore ha co-sviluppato durante l’estate. Secondo quanto riferito, i leader della Camera dei Repubblicani e del Senato controllati dai repubblicani stanno lavorando a porte chiuse con i loro colleghi democratici per raggiungere un accordo.

Questo è secondo Città stato, una testata giornalistica digitale che copre il governo della Pennsylvania.

“Non c’è accordo fino a quando non ci sono voti”, ha detto Stephen Miskin, il portavoce del presidente della Camera Mike Turzai. Città stato. “I dettagli sono ancora in fase di elaborazione e speriamo di avere qualcosa da condividere con il caucus la prossima settimana”.

L’autorizzazione di 10 piccoli casinò, giochi online e terminali di sosta per camion non genererà $ 2.2 miliardi di entrate fiscali per lo stato. Ecco perché, oltre all’espansione del gioco, i leader statali dovrebbero prendere in prestito una somma forfettaria che arriva ogni anno attraverso il Master Settlement Agreement dell’industria del tabacco.

I dettagli completi sulla misura di bilancio, e un eventuale voto, sono attesi la prossima settimana.

Definire Rural

Secondo quanto riferito, le piccole sale da gioco dovranno essere costruite in aree rurali lontane dagli attuali 12 casinò commerciali terrestri della Pennsylvania. Ciò ovviamente significa che le due più grandi città della Pennsylvania, Filadelfia e Pittsburgh, non saranno in grado di accaparrarsi un’altra struttura per il gioco d’azzardo.

Betlemme, ad esempio, ospita circa 75,000 persone. È anche il sito di Sands Bethlehem, il secondo generatore di giochi più ricco dello stato.

Di proprietà del miliardario di Las Vegas Sands Sheldon Adelson, la società avrebbe recentemente acquistato la proprietà a causa delle trattative in corso per l’espansione del gioco in corso a Harrisburg. Si pensava che la MGM fosse interessata, ma un accordo non si è mai concretizzato.

I giochi online

Se la Pennsylvania dovesse inoltre legalizzare il poker online e il gioco iSlot, diventerebbe solo il quarto stato in America a farlo. Nevada, Delaware e New Jersey offrono tutti poker su Internet, ma nessuna giurisdizione si è unita a loro dal 2013.

La liquidità inadeguata è stata accusata degli scarsi risultati derivanti dal poker online legalizzato. Gli operatori statunitensi hanno cercato uno stato più popolato per unirsi alla mischia, e ottengono proprio questo con lo stato di Keystone.

Reti come PokerStars e 888 sperano che la Pennsylvania stipuli accordi interstatali per condividere i giocatori oltre i confini statali.