Rapporto del FMI: Macao passerà al Qatar per diventare la giurisdizione più ricca della Terra entro il 2020

Negli ultimi 15 anni, Macao ha goduto di un’ascesa fulminea fino a diventare il leader indiscusso nei giochi da casinò. Ora, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) dice che il territorio sta per salire in cima a un’altra lista: i luoghi più ricchi del pianeta.

Secondo il World Economic Outlook Update del FMI, Macao è attualmente la seconda giurisdizione più ricca della Terra in termini di PIL pro capite, dietro solo alla nazione ricca di petrolio del Qatar.

Almeno altri cinque anni di crescita per Macao, afferma il FMI

Al momento, Macao gode di un PIL pro capite di $ 122,489, leggermente dietro il Qatar, che si trova a $ 128,702. Il Lussemburgo è molto indietro al terzo posto a $ 110,870.

Ma il PIL di Macao è cresciuto rapidamente e le proiezioni del FMI suggeriscono che nei prossimi due anni sarà in cima alle classifiche come il paese o il territorio più ricco del mondo. Le sue cifre suggeriscono che il PIL pro capite di Macao sarà di oltre $ 143,000 nel 2020, circa $ 4,000 in più del Qatar, e che il divario continuerà ad ampliarsi almeno fino al 2023.

L’ascesa al vertice della classifica mondiale della ricchezza è stata alimentata dalla crescita esplosiva dell’industria dei giochi della città. Mentre c’è stato un temporaneo rallentamento quando la Cina continentale ha represso la corruzione, i casinò stanno ancora una volta godendo di forti profitti, con entrate annuali migliorate del 19% nel 2017.

Macao è un territorio che si presta agli estremi. La regione amministrativa speciale della Cina ha una popolazione di appena 650,000 abitanti, ma queste persone sono stipate in un’area di appena 11.9 miglia quadrate. Ciò rende anche Macao il luogo più densamente popolato della Terra secondo i dati delle Nazioni Unite.

Il denaro non si è tradotto in qualità della vita

Questo affollamento, insieme al modo in cui la ricchezza è arrivata rapidamente e in modo non uniforme nell’enclave, ha fatto sì che, sebbene Macao possa essere piena di contanti, alcuni locali hanno sottolineato che questo non si è necessariamente tradotto in una qualità di vita di livello mondiale per residenti.

“Se togliamo questo indicatore, ce n’è un altro che colloca Macao in quella posizione?” ha scritto l’avvocato di Macao Sergio Almeida Correia nel suo blog dopo che i dati dell’FMI dello scorso anno sono stati resi noti. “Ad esempio, nei settori della qualità della vita, delle aree verdi, dell’inquinamento, dell’istruzione, della salute, dello sport, delle energie rinnovabili, del riciclaggio dei rifiuti urbani, dell’igiene e della pulizia degli spazi pubblici, dell’accessibilità ai disabili, della bicicletta su strada, dei trasporti pubblici?”

Gli operatori di casinò sono ottimisti sulla continua crescita dell’industria del gioco del territorio. I ricavi dei casinò sono aumentati di oltre il 10% anno su anno a luglio, con una crescita costante del mercato di massa che suggerisce che la dipendenza dell’enclave dai clienti VIP potrebbe diminuire.

I gruppi sindacali di Macao hanno spinto affinché più di quei profitti andassero ai dipendenti dei casinò. La scorsa settimana, circa 2,200 persone hanno marciato in una protesta contro Melco Resorts and Entertainment, chiedendo migliori benefici pensionistici e un cosiddetto bonus di 14 mesi da pagare durante la stagione estiva.

Lascia un commento