Rank Group multato di sei cifre per aver permesso a un giocatore problematico di soffiare $ 1.3 milioni in un solo giorno

La UK Gambling Commission (UKGC) ha imposto una multa di £ 500,000 ($ 661,000) al Rank Group per non aver aiutato un high roller, un giocatore problematico che ha perso £ 1,000,000 ($ 1.3 milioni) in sole 24 ore.

Secondo il regolatore, il Rank Group è caduto “nella trappola di pensare che i clienti VIP non abbiano difficoltà”.

L’operatore del Berkshire, nel Regno Unito, possiede 55 proprietà con il marchio Grosvenor Casino, così come i casinò online Rank Interactive, ed è stato in quest’ultima categoria che la balena ha perso i suoi soldi.

Secondo la commissione, il gruppo ha commesso numerosi errori nel modo in cui ha affrontato questo particolare giocatore problematico VIP, tra cui:

“Non importa quanto siano ricchi i clienti, gli operatori devono comunque monitorarli in modo efficace per assicurarsi che non mostrino segni di problemi con il gioco d’azzardo”, Il direttore esecutivo della Gambling Commission, Richard Watson, ha dichiarato nella decisione.

Casino Suit House Call House

I regolatori hanno fatto un’eccezione particolare a una visita di persona fatta al cliente mentre era in un anno sabbatico di gioco d’azzardo autoimposto.

Le politiche di autoesclusione consentono ai clienti che hanno problemi di controllare le proprie abitudini di gioco di chiedere al casinò di negare loro l’accesso per un determinato periodo di tempo. Ma la revisione dell’UKGC ha rilevato che un dirigente del casinò con Rank ha visitato la casa d’oltremare del cliente in un paese senza nome durante uno di quei periodi nel 2016.

E dicono che non era per offrire aiuto: faceva parte di un tour promozionale di networking. Il dirigente ha persino chiesto a Rank di reintegrare il cliente, ma i suoi superiori hanno rifiutato il ricorso.

Non è certamente appropriato visitare i clienti durante un periodo in cui sono autoesclusi”, Watson ha affermato.

Una volta scaduta l’autoesclusione, il cliente ha poi chiesto il credito online. E nonostante la politica di Rank contro l’assegnazione di credito online ai clienti, la richiesta è stata accolta.

Il giocatore ha poi perso quei soldi – circa $ 1.3 milioni – in un periodo di sole 24 ore.

Rank è stato schiaffeggiato con una multa di $ 661,000 e il regolatore afferma che la multa avrebbe potuto essere ancora più grande se la società non avesse auto-segnalato le sue trasgressioni e fosse stata “aperta e trasparente durante l’indagine”.

“Escalation implacabile”

La commissione non sta bluffando. La sua storia recente suggerisce che è seriamente intenzionato a eliminare questo tipo di comportamento da parte degli operatori di casinò.

L’anno scorso, 888 Holdings è stata colpita con una sanzione record di $ 10 milioni dopo che l’UKGC ha scoperto un bug nel sistema dell’operatore che ha permesso ai giocatori d’azzardo autoesclusi di continuare a giocare. Anche Sky Bet e 32Red sono stati colpiti rispettivamente da $ 2.7 milioni e $ 1.3 milioni di multe: per aver fallito o consentito giocatori d’azzardo autoesclusi all’inizio di quest’anno.

L’UKGC sta facendo sapere agli operatori che non si arrende quando si tratta di rispettare la linea di regolamentazione per coloro che operano nel settore dei casinò.

All’inizio di quest’anno, il nuovo CEO della commissione Neil McArthur ha avvertito che gli operatori di gioco dovranno affrontare “un’escalation incessante” delle multe a meno che non inizino a fare un lavoro migliore per soddisfare i loro obblighi per proteggere i giocatori.

Lascia un commento