Proposta di legge per promuovere la sicurezza nelle prenotazioni dei casinò indiani in quanto operatori tribali costretti a difendere l’IGRA

La Commissione per gli affari indiani del Senato degli Stati Uniti (IAC) ha presentato giovedì un disegno di legge che cerca di rafforzare la sicurezza pubblica nelle riserve tribali, affrontando le preoccupazioni che le comunità indiane sperimentano alcuni dei più alti tassi di criminalità negli Stati Uniti, secondo i dati federali.

Il disegno di legge, presentato dal presidente della IAC, il senatore John Hoeven (R-ND), è co-sponsorizzato dai senatori John McCain (R-AZ) e John Barrasso (R-WY).

“Questo disegno di legge migliora la legge attuale per garantire che le tribù abbiano gli strumenti per combattere il crimine e mantenere i loro cittadini al sicuro”, ha affermato Hoeven. “Aumenta anche il coordinamento tra i nostri funzionari delle forze dell’ordine tribali, federali e statali, in modo da poter migliorare in modo più efficace la sicurezza nelle aree tribali e nelle comunità circostanti.

“Inoltre, richiede al Dipartimento di Giustizia di tracciare e analizzare i dati sul traffico di esseri umani di nativi americani sia all’interno che all’esterno del Paese indiano”.

Tratta di esseri umani nelle riserve del Nord Dakota

Hoeven ha ripetutamente espresso preoccupazione per i casi di anelli di traffico di esseri umani che operano nelle riserve tribali nel suo stato natale, il Dakota del Nord. Le giovani donne e ragazze native americane nell’area sono tra le più vulnerabili alla tratta negli Stati Uniti, secondo l’Unità per i crimini sessuali contro i bambini in Internet della divisione statale di investigazione criminale.

In un’udienza della IAC, mercoledì, gli operatori tribali sono stati costretti a difendere l’Indian Gaming Regulatory Act dal suggerimento che necessitava di modifiche fondamentali e che i casinò tribali stavano diventando “terreno fertile” per il crimine e il traffico di esseri umani.

“Il Dipartimento è consapevole che, mentre il gioco ha un grande potenziale per migliorare le condizioni economiche per le comunità tribali e non tribali, può anche introdurre nuove complicazioni per le comunità, tra cui un drenaggio delle risorse locali, aumento del traffico, visite e criminalità, come droga e prostituzione”, ha affermato John Tasuda, vice segretario principale per gli affari indiani presso il Dipartimento degli Interni.

NIGC difende le prenotazioni del casinò

Ma Jonodev Chaudhuri, presidente della National Indian Gaming Commission, ha affermato nella sua testimonianza che il successo dell’industria del gioco indiana è dovuto all’esperienza che le tribù hanno sviluppato nel regolare le proprie operazioni.

“La Commissione ritiene che qualsiasi potenziale legislazione relativa al gioco debba includere le tribù e fornire condizioni di parità di opportunità per il paese indiano”, ha affermato Chaudhuri.

“Anche se il NIGC non è a conoscenza di alcun dato che suggerisca che il traffico di esseri umani sia più dilagante nel gioco indiano rispetto a qualsiasi altra grande attività commerciale con un forte movimento di clienti, riconosciamo la forte struttura normativa del settore che fornisce all’agenzia un’area di opportunità per supportare sforzi più ampi per debellare la tratta di esseri umani”, ha aggiunto.