PAGCOR avverte i funzionari governativi di evitare i casinò, annunciate sanzioni rigorose

PAGCOR (Filippine Gaming and Amusement Corporation) sta unendo le forze con la polizia nazionale filippina (PNP) per regolamentare meglio l’ingresso di funzionari governativi nei luoghi di gioco in tutto il paese.

In base a un nuovo decreto presidenziale emesso dal presidente Rodrigo Duterte, i casinò che si trovano ad accogliere i dipendenti del governo dovranno affrontare multe più costose e sanzioni più severe in futuro. I casinò che violano il decreto presidenziale saranno soggetti a una sanzione di $ 100,000 PHP ($ 1,964) a persona, per incidente.

Oltre ai funzionari federali e provinciali, i casinò devono inoltre astenersi dal consentire l’accesso ai propri parenti immediati. Ai membri delle forze armate delle Filippine è inoltre vietato entrare, soggiornare o giocare nei casinò. Anche i dipendenti del casinò che non sono in servizio devono uscire dalla proprietà subito dopo la conclusione dei turni.

La presidente di PAGCOR, Andrea Domingo, ha dichiarato questa settimana nell’annuncio: “Dobbiamo tenere d’occhio tutte le aree dei casinò a livello nazionale”. L’evento PAGCOR e PNP si è tenuto presso il Solaire Resort and Casino a Manila’s Entertainment City.

Avvertimento del governo

Oltre a PAGCOR che annuncia che i casinò dovranno affrontare sanzioni più costose per aver consentito a persone vietate di entrare nelle loro proprietà, il regolatore del gioco sta vagamente avvertendo i funzionari del governo che anche loro devono affrontare sanzioni pesanti.

Domingo ha spiegato ai dipendenti statali che “saranno arrestati e accusati” se fossero detenuti all’interno di un casinò. Ha aggiunto che “coloro che non rispettano le regole e le linee guida saranno trattati di conseguenza”.

L’allerta di Domingo arriva direttamente da Duterte. Nel 2016, il controverso leader ha spiegato le sue ragioni per voler tenere i funzionari del governo fuori dai casinò.

“Sei al governo con un misero reddito e tuttavia sarai visto in un casinò?” chiese Duterte. “Non voglio che le persone del governo entrino nel casinò”.

Revisione del gioco d’azzardo

Dopo essersi insediato nel giugno 2016, Duterte ha promesso di liberare le Filippine dalla corruzione. Il suo obiettivo principale era il traffico illegale di droga, ma inizialmente includeva sia circuiti di gioco clandestini che operazioni legali di gioco online nella sua crociata.

In seguito ha allentato le sue posizioni anti-gioco a patto che i minori fossero adeguatamente esclusi e gli operatori pagassero la loro giusta quota di tasse. Ma Duterte sta ancora cambiando il panorama del gioco d’azzardo nel paese.

PAGCOR, che è attualmente sia un regolatore che un operatore di casinò, è stato incaricato di cedere le sue 46 partecipazioni di gioco terrestri. Domingo ha affermato di recente che il primo round, che include 17 casinò, dovrebbe essere completato nei prossimi mesi.

Una volta che tutte le proprietà PAGCOR saranno vendute a società private, l’agenzia sarà ribattezzata Filippine Amusements and Gaming Authority (PAGA) e passerà a una capacità di regolamentazione.

L’obiettivo, per Duterte, è rendere PAGCOR un’agenzia meno incline alla corruzione.

Lascia un commento