Oddsmakers lo fanno bene: OJ Simpson ha concesso la libertà vigilata, afferma di aver vissuto una “vita senza conflitti”

La stella del football in disgrazia OJ Simpson sarà rilasciata dal centro di correzione Lovelock del Nevada settentrionale questo autunno, nove anni dopo essere stato condannato al carcere con l’accusa di rapimento e rapina per un incidente avvenuto nel 2007 a Las Vegas al casinò Palace Station.

Alcuni tra il pubblico in generale potrebbero essere scioccati nello scoprire che il settantenne ex star della NFL, che nel 70 fu assolto dagli omicidi della sua ex moglie Nicole Brown Simpson e del suo amico Ron Goldman in ambito penale, ma non civile, tribunale, viene liberato. Ma i curiosi hanno visto arrivare la decisione del consiglio per la libertà vigilata di oggi.

Simpson ha detto durante l’udienza che “non è un ragazzo che ha vissuto una vita criminale”. Quando gli è stato chiesto della sua imminente libertà e del potenziale per qualcuno nel pubblico in generale che lo provoca, Simpson ha affermato quasi comicamente di aver vissuto una “vita senza conflitti”.

Simpson uscirà il 1 ottobre 2017 . La commissione per la libertà vigilata di quattro persone era unanime, richiesta per il suo congedo, e consisteva nella stessa commissione che gli aveva concesso la libertà vigilata nel 2013 sulle condanne per rapina a mano armata. Tuttavia, è rimasto in prigione per altri motivi che hanno imposto una pena minima di nove anni.

La testimonianza della vittima risuona

A detta di tutti, Simpson è stato un prigioniero modello a Lovelock. Oltre al buon comportamento, la commissione per la libertà vigilata ha il compito di valutare il potenziale rischio di un detenuto per la comunità in caso di rilascio dell’individuo.

Durante l’udienza, il panel ha detto a Simpson che il loro punteggio numerico scientifico lo ha trovato un candidato a rischio relativamente basso, ma a causa della gravità delle sue accuse di rapina e rapimento, ha notato che persiste un pericolo latente per il pubblico.

La figlia maggiore di Simpson, Arnelle, ha testimoniato a nome di suo padre, ma la testimonianza più commovente è arrivata da Bruce Fromong, un amico di lunga data di OJ che è stato vittima della rapina del 2007, ma che dice di averlo perdonato da tempo.

Fromong ha detto al consiglio che “commettiamo tutti degli errori” e che Simpson è un “bravo uomo”. Il suo commento di chiusura ha prodotto la massima emozione da parte di quelli nella stanza.

“Se OJ mi chiama e dice che esce domani, Juice, sarò qui domani per te”, disse il commerciante di cimeli, voltandosi a guardare Simpson, seduto dietro di lui, che si asciugò le lacrime dagli occhi.

Elefante nella stanza

Il Nevada Parole Board ha affermato di aver respinto molte lettere ricevute in cui raccomandavano a Simpson di rimanere in prigione, perché facevano spesso riferimento al caso di omicidio del 1994 in cui fu assolto. Lo stato non ha tenuto conto delle accuse di quello che è stato definito il “processo del secolo”.

Indipendentemente da ciò, i brutali omicidi di Nicole Simpson e Ron Goldman erano probabilmente nella mente di coloro che hanno guardato l’udienza di oggi in tutto il mondo.

Molti credono che la condanna da nove a 33 anni di Simpson per la rapina sia stata una rappresaglia per la sua assoluzione del 1994. Prove schiaccianti hanno indicato che Simpson è stato colui che ha ucciso Nicole e Ron.

Giovedì mattina, la famiglia di Goldman ha detto: Good Morning America, “Ron non passa mai la vita a fare ciò che voleva fare.” Suo padre ha aggiunto che “non otterranno mai giustizia”.