Michael Bloomberg lascia la corsa 2020, Bernie Sanders Democratic Frontrunner, l’ex vicepresidente Joe Biden si nasconde

Michael Bloomberg ha ritirato la sua candidatura per le elezioni presidenziali del 2020.

Vale una cifra stimata di $ 55 miliardi di Forbes, l’uomo d’affari e filantropo ha affermato che la decisione di candidarsi alla Casa Bianca ha pesato molto su di lui.

La scelta si riduceva a due opzioni. “Dedicare i prossimi due anni a parlare delle mie idee e dei miei risultati, sapendo che potrei non vincere mai la nomination democratica… o due anni a raddoppiare il lavoro che sto già conducendo e finanziando?” ha scritto il miliardario.

Mi sono reso conto che sono meno interessato a parlare che a fare. E ho concluso che, per ora, il modo migliore per aiutare il nostro Paese è rimboccarsi le maniche e continuare a lavorare”, ha concluso Bloomberg nella sua spiegazione.

Era un longshot per vincere la nomina democratica. Gli scommettitori politici di PredictIt hanno scambiato le sue azioni a un nichelino per affrontare il presunto candidato del GOP presidente Donald Trump alle elezioni generali.

Il senatore del Vermont Bernie Sanders rimane il favorito, con le sue azioni attualmente a 23 centesimi.

Comprare Biden

Ci sono molte speculazioni intorno alla Beltway che l’uscita di Bloomberg nel 2020 sia una punta di cappello che l’ex vicepresidente Joe Biden è pronto a gettare la sua nel pool dei candidati. Il Delaware ha detto lo stesso alla fine del mese scorso.

“Le persone più importanti della mia vita vogliono che corro”, ha spiegato Biden senza dire esplicitamente che lo avrebbe fatto.

Biden è più di centrosinistra di molti dei democratici più chiacchierati di oggi.

Bloomberg è pronto a spendere 500 milioni di dollari per le elezioni del 2020 per sconfiggere Trump. Ha contribuito con più di $ 100 milioni durante il midterm del 2018.

“È essenziale nominare un democratico che sarà nella posizione più forte per sconfiggere Donald Trump”, ha affermato Bloomberg. “Non possiamo permettere che il processo delle primarie trascini il partito a un estremo che diminuirebbe le nostre possibilità nelle elezioni generali e si tradurrebbe in ‘Altri quattro anni'”.

Domanda secolare

Trump è diventato il presidente degli Stati Uniti neoeletto più anziano quando è entrato in carica a 70 anni. Se Biden dovesse vincere le elezioni del 2020, avrebbe 78 anni quando avrebbe prestato giuramento durante l’inaugurazione del gennaio 2021.

Gli agenti politici credono che respingere le preoccupazioni sulla sua età potrebbe essere realizzato collaborando con un giovane vicepresidente. Beto O’Rourke, un ex rappresentante degli Stati Uniti dal Texas, è un contendente.

PredictIt ha azioni O’Rourke scambiate a 17 centesimi per vincere il cenno del capo democratico.

Una politica veramente chiara La media dei sondaggi per il candidato democratico del 2020 ha Biden molto avanti al 29.3 per cento. Sanders è il prossimo con un lontano 19.8 percento. La senatrice della California Kamala Harris è terza (11.8 percento), la senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren quarta (sette percento) e la senatrice del New Jersey Cory Booker che completano i primi cinque con il 5.5%.

Lascia un commento