MGM Springfield raccoglie 27 milioni di dollari per settembre: primo mese completo di attività in Massachusetts

A settembre, il suo primo mese completo di attività, MGM Springfield in Massachusetts ha registrato entrate per quasi 27 milioni di dollari, secondo i dati pubblicati dalla Massachusetts Gaming Commission (MGC) questa settimana.

Il casinò di 125,000 piedi quadrati è stato aperto alla fine di agosto.

MGM Springfield ha aperto alla fanfara e all’attesa ad agosto ed è stato visto come un modo per rivitalizzare la città del Massachusetts che era stata afflitta dalla violenza e dalla criminalità nei primi anni 2000.

Abbiamo pensato che ci fosse un’opportunità lì”, ha detto il presidente di MGM Resorts Bill Hornbuckle dell’apertura del casinò. Ha aggiunto che prima dell’arrivo della MGM, Springfield era “gravemente sottoindebitata per anni”, in termini di posizione e opportunità.

“Possiamo essere un catalizzatore per la città”, ha aggiunto Hornbuckle.

Ciò significa, in parte, diventare una parte importante della base imponibile della città. L’MGM Springfield è tassato al 25 percento delle sue entrate lorde di gioco e il 20 percento di questo rimane all’interno della comunità, il che equivarrà a circa 2.5 milioni di dollari di tasse per le scuole della città e i dipartimenti di pubblica sicurezza.

Chiamata di giudizio

MGM potrebbe continuare ad espandersi nel nord-est, grazie alla sentenza di un giudice nel vicino Connecticut.

I legislatori del Connecticut hanno stabilito che il Dipartimento degli Interni approvasse le revisioni dei patti tra le tribù Mashantucket Pequot e Mohegan e lo Stato del Connecticut prima che i due gruppi iniziassero la costruzione di un casinò che doveva essere costruito su un terreno non tribale a 13 miglia da MGM Springfield.

Ma all’inizio di questo mese, un giudice federale ha stabilito che il Dipartimento degli Interni non era legalmente obbligato a pronunciarsi su patti di gioco rivisti tra tribù sovrane e governi statali.

Le due tribù hanno affermato che la sentenza è stata il risultato delle pressioni esercitate dalla MGM sul DOI. Indipendentemente da ciò, la decisione ha portato all’incertezza riguardo al progetto da circa 400 milioni di dollari, che avrebbe dovuto iniziare questo autunno.

La MGM è entrata in azione dopo la sentenza del giudice, offrendo di costruire un casinò da 675 milioni di dollari nel Connecticut simile a quello di Springfield.

Altri affari MGC

Nel frattempo, l’indagine dell’MGC su un altro possibile operatore di casinò nello stato è ancora in corso.

La Commissione sta ancora indagando su come Wynn Resorts abbia gestito le accuse di cattiva condotta sessuale contro il fondatore ed ex CEO Steve Wynn.

I risultati dell’indagine dovevano essere rilasciati a settembre, ma ciò deve ancora accadere. La settimana scorsa, Le notizie di Salem ha riferito che i commissari hanno confermato di non aver ricevuto il rapporto dell’indagine, ma sono stati leggeri nel fornire ulteriori dettagli.

In vista di una riunione di fine settembre per aggiornare lo stato di tale indagine, il presidente della MGC Stephen Crosby si è improvvisamente dimesso, affermando che le accuse di parzialità a favore di Wynn – che Crosby ha negato – stavano danneggiando l’indagine dell’agenzia.

La Commissione non era a conoscenza delle accuse di cattiva condotta sessuale contro l’amministratore delegato deposto quando ha assegnato a Wynn Resorts una licenza di gioco nel 2013. Parte della sua indagine sta determinando se la società abbia volutamente trattenuto tali informazioni durante il processo di selezione.

A seconda di ciò che determina l’indagine, la MGC può imporre un’azione disciplinare in vari modi. Più grave di questi, la Commissione può revocare del tutto la licenza Wynn Resorts. Possono anche sospendere la licenza o multare l’azienda.

Lascia un commento