MGM Springfield Problemi di gioco d’azzardo minorenni smorzano l’elevata affluenza iniziale del casinò del Massachusetts, il COO incolpa il design “poroso”

MGM Springfield sta superando le aspettative iniziali in termini di numero di persone che visitano il primo casinò resort del Massachusetts. Ma i dirigenti del casinò MGM ammettono di aver avuto problemi con i minori che si sono fatti strada nel campo da gioco, il che non è esattamente la notizia più confortante per i residenti della zona.

Il presidente e COO di MGM Springfield, Michael Mathis, ha dichiarato giovedì alla Massachusetts Gaming Commission che il resort attira 25,000 persone al giorno durante la settimana, raggiungendo fino a 50,000 visitatori nei giorni del fine settimana.

Mathis ha descritto il casinò come “un design molto misto, in centro e poroso”. Merriam-Webster offre una definizione della parola che significa “capace di essere penetrata”, che probabilmente descrive quasi tutti gli edifici del mondo libero. Ma Mathis sta vendendo l’idea che questo è il motivo per cui la MGM Springfield ha avuto problemi a controllare gli adolescenti sul pavimento.

Tenere d’occhio i giocatori d’azzardo

Mathis sostiene che questo cosiddetto design “poroso” all’aperto ha creato una sfida inaspettata: la difficoltà nel garantire che i clienti minorenni non abbiano accesso alla sala da gioco. I funzionari dell’MGM Springfield hanno detto alle autorità di regolamentazione che c’era un mix di aree intenzionali non di gioco nella sede e violazioni involontarie da parte di visitatori che non comprendono i limiti di età esatti o dove i bambini possono stare stava causando i problemi.

“Li stiamo fermando e stiamo cercando di aumentare la nostra comunicazione su questo”, Mathas ha detto alla commissione. “Abbiamo alcuni genitori che scelgono di lasciare i loro figli in diverse parti del resort mentre giocano e abbiamo identificato quel problema ed è un grosso problema per noi ed è un grosso problema per l’esperienza.”

Il presidente della Massachusetts Gaming Commission Steven Crosby ha riconosciuto che lo stato aveva chiesto un resort che includesse più di un semplice gioco per attirare una vasta gamma di visitatori.

“[Il problema] è, in parte, dovuto a ciò che ti abbiamo chiesto di fare”, ha detto Crosby. “Quindi rimarremo con te mentre scopri come risolverlo.”

Ma i casinò di Las Vegas sono stati “uso misto” per decenni e la responsabilità di monitorare chi c’è nella sala di gioco è sempre rimasta, prima di tutto, con il personale del casinò e della sicurezza. In effetti, sia i casinò del Nevada che quelli della costa orientale hanno subito multe per aver permesso a giocatori minorenni di giocare, senza il pass gratuito caldo e sfocato come quello dato a MGM da Crosby.

Altre cattive notizie che non possono usare

Mathis ha delineato alcuni dei passaggi che MGM Springfield stava adottando per correggere il problema di accesso dei minorenni. I minori incustoditi sono ora banditi dalla sede, con chiunque abbia meno di 16 anni considerato un minore per tali scopi. Inoltre, ora c’è un coprifuoco di mezzanotte per il resort. Dopo la mezzanotte, nel complesso sono ammessi solo i maggiori di 21 anni o gli ospiti dell’hotel.

La MGM ha preso più calore all’inizio di questa settimana quando si è offerta di fare donazioni di $ 500 in beneficenza per ogni querelante che ha accettato l’avviso legale dalla società senza dover essere personalmente servito. La MGM non sta chiedendo danni alle vittime della sparatoria, ma spera di consolidare tutte le controversie contro la società in un unico caso federale.

Lascia un commento