MGM Springfield in programma per l’apertura di settembre 2018

MGM Springfield è sulla buona strada per diventare il primo casinò resort integrato ad aprire in Massachusetts. MGM Resorts, il conglomerato di giochi e ospitalità con sede in Nevada, ha confermato questa settimana che la costruzione è nei tempi previsti nella sua proprietà da $ 950 milioni e che la sede ha come obiettivo una data di apertura nel settembre del 2018.

Le ossa del complesso sono state in gran parte erette e la maggior parte della costruzione si svolge ora all’interno. Con le temperature che già iniziano a scendere nel nord-est e i mesi autunnali e invernali proprio dietro l’angolo, rimanere in pista per tutta l’estate è stato fondamentale per spostare MGM Springfield verso il suo obiettivo di inaugurazione.

All’inizio di questo mese, MGM Resorts ha anche rivelato che sta superando i suoi obiettivi di diversità. L’Expanded Gaming Act del Massachusetts del 2011 richiede agli sviluppatori di casinò di fissare tali obiettivi.

Sono stati inoltre raggiunti un totale di 92 impegni di costruzione con aziende riconosciute dal Massachusetts Supplier Diversity Office, dal Greater New England Minority Supplier Development Council, dal Women’s Business Enterprise National Council o dal Dipartimento degli affari dei veterani degli Stati Uniti.

La MGM combatte ancora contro le tribù

Due gruppi indiani stanno causando preoccupazione all’industria del gioco d’azzardo in espansione del Massachusetts dal vicino stato del Connecticut. Le tribù Mashantucket Pequot e Mohegan hanno acquisito il diritto legale di costruire congiuntamente un casinò satellite su un terreno non tribale a East Windsor, a circa 13 miglia a sud di MGM Springfield attraverso il confine tra Massachusetts e Connecticut.

L’Assemblea Generale del Connecticut e il Governatore Dannel Malloy (R) hanno approvato la mossa nel tentativo di impedire ai dollari di gioco di fluire verso nord verso il resort da 950 milioni di dollari. 

I funzionari del Connecticut hanno sostenuto che non era necessario, poiché il satellite è destinato alle tribù, non agli operatori commerciali. L’Ufficio degli affari indiani degli Stati Uniti ha accettato e la Corte d’appello del 2° circuito degli Stati Uniti ha respinto la causa della MGM a giugno.

Il casinò satellite dovrebbe costare 300 milioni di dollari. Le tribù puntano ad aprire il locale l’anno prossimo.

Tribolazioni tribali 

L’Expanded Gaming Act del Massachusetts ha autorizzato la costruzione di un massimo di tre casinò resort, oltre a un’ulteriore struttura riservata alle slot.

Il Plainridge Park Casino, la slot machine gestita da Penn National Gaming, ha aperto nel 2015. L’apertura del Wynn Boston Harbor da 2.4 miliardi di dollari è prevista per il 2019.

Un terzo e ultimo casinò resort può essere approvato solo nella parte sud-orientale dello stato. Una decisione su tale licenza è stata ritardata dalla Massachusetts Gaming Commission sulla preoccupazione che la tribù Mashpee Wampanoag un giorno vincerà la sua battaglia legale per costruire un casinò dei nativi americani a Taunton.