L’utile netto di SJM Holdings crolla del 16% nel 2017, poiché la quota di mercato di Macao continua a diminuire

SJM Holdings ha prodotto meno profitti per gli azionisti nel 2017, con la società che ha affermato nel suo rapporto finanziario di fine anno che gli utili per azione sono diminuiti del 15.6%.

La società di casinò attribuisce il calo alla sua continua perdita di quote di mercato a Macao. Al 31 dicembre, SJM possedeva 279 tavoli da gioco VIP, 36 in meno rispetto alla fine del 2016.

La società afferma anche che i costi di costruzione del Grand Lisboa Palace, il primo casinò resort integrato di SJM sulla striscia di Cotai, hanno ridotto gli utili prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento (EBITDA). La tempesta finanziaria causata dal tifone Hato di agosto ha ulteriormente penalizzato i profitti.

Nonostante i rendimenti inferiori per gli azionisti, il CEO Ambrose So ha dichiarato in un comunicato: “SJM è entrata nel 2018 in una posizione forte. Nonostante le sfide emerse durante lo scorso anno, abbiamo ottenuto progressi sostanziali”.

“Continuiamo a essere ottimisti sul futuro di Macao e di SJM come importante contributore all’industria del turismo di Macao”, ha concluso l’amministratore delegato.

Concorrenza del mercato

SJM Holdings è l’impero dei casinò del miliardario di Hong Kong Stanley Ho. Il 96enne in pensione ha goduto per decenni di un monopolio sul gioco d’azzardo di Macao, ma questo si è concluso nel 2002 poco dopo che l’enclave è stata restituita alla Repubblica popolare cinese.

Il figlio di Ho, Lawrence, è il presidente di Melco, che possiede Studio City e City of Dreams.

La riduzione dei tavoli VIP da parte di SJM ha portato l’azienda a perdere quello che sarebbe stato un anno altrimenti robusto per i casinò di Macao. Le entrate lorde di gioco (GGR) nell’enclave sono aumentate di oltre il 19 percento, ma per SJM, il GGR è rimasto piatto a un trascurabile 0.1 percento.

Le entrate del gioco hanno rappresentato il 98.6% delle entrate totali di SJM nel 2017.

Uno sguardo al futuro

SJM spera di avere finalmente una presenza importante sulla nascente Cotai Strip entro la fine del 2018. Il suo Grand Lisboa Palace da 4.6 miliardi di dollari avrà 2,000 camere e un piano del casinò con spazio per ospitare fino a 700 tavoli e 1,200 slot machine.

Il resort sarà situato all’estremità meridionale della striscia di Cotai, di fronte a Studio City.

Il più vecchio operatore di gioco autorizzato a Macao, il permesso di SJM scadrà nel 2020. All’inizio di questo mese, quindi ha dichiarato pubblicamente che spera che l’autorità di regolamentazione dell’enclave svelerà presto le specifiche relative al processo di rinnovo.

Così ha spiegato di recente che è “il desiderio di tutti” che l’ufficio di ispezione e coordinamento del gioco di Macau dia una sorta di direzione per i criteri di rinnovo in modo che le aziende possano prepararsi adeguatamente.

Insieme a SJM, MGM, che questo mese ha aperto la sua proprietà Cotai da 3.4 miliardi di dollari, vedrà la sua licenza scadere nel 2020. Gli altri quattro entreranno nel periodo di rinnovo nel 2022.