L’Isola di Man emette la prima licenza al mondo di “scommesse skin”

ESP.bet, operatore di eSportsPools, eSportsPools, specialista di campionato fantasy di eSports e sito web di scommesse, è diventato l’orgoglioso proprietario della prima licenza di gioco che copre le “scommesse sulla pelle” o il gioco d’azzardo con beni virtuali.

La licenza è stata assegnata la scorsa settimana dalla Commissione per la supervisione del gioco d’azzardo dell’isola di Man (GSC).

Le “skin” nelle scommesse sulla pelle si riferiscono alle armi del designer virtuale che possono essere trovate con vari gradi di rarità nel videogioco “Counter Strike: Global Offensive” (CS: GO), che fungono da valuta di gioco.

Ma poiché le skin possono essere trasferite a siti di terze parti, a loro e ad altri oggetti virtuali di videogiochi come loro, può essere assegnato anche un valore reale.

Si dice che l’industria del gioco d’azzardo non regolamentata che è nata intorno al commercio di questi oggetti virtuali valga $ 5 miliardi nel 2016.

“Qualsiasi cosa di valore”

L’Isola di Man, che in quanto giurisdizione regola i giganti del gioco d’azzardo online come PokerStars e BetVictor, ha annunciato a febbraio di aver aggiornato i propri regolamenti per rispondere all’evoluzione dell’ambiente tecnologico e per offrire una supervisione a un’industria senza legge.

Le nuove regole consentono inoltre ai licenziatari di accettare transazioni in bitcoin e altre valute digitali,

“Ora è possibile aprire un conto con un operatore di gioco d’azzardo dell’Isola di Man utilizzando qualsiasi cosa che abbia un valore in denaro”, ha affermato il regolatore.

Scott Burton, amministratore delegato di ESP.bet, ha dichiarato: “Finora, le scommesse sugli eSport e il gioco d’azzardo di beni virtuali sono stati in gran parte un mercato grigio, con molti operatori non regolamentati che non sono riusciti a proteggere i propri clienti. Abbiamo sempre adottato un approccio più trasparente, effettuando controlli “conosci il tuo cliente” per verificare l’età ed eseguendo un sistema di gioco davvero chiaro.

“Con questa licenza, quel lavoro è stato convalidato e sento che abbiamo fatto il primo passo verso la costruzione di un mercato regolamentato sicuro per consumatori, aziende e investitori”, ha aggiunto.

Domare l’Occidente

L’anno scorso, dopo essere stato minacciato con varie cause legali accusandolo di facilitare il gioco d’azzardo minorenni, i creatori di CS: GO, Valve, si sono mossi per schiacciare i siti di scommesse di terze parti che avevano adottato la loro valuta.

Valve ha negato di aver facilitato o tratto profitto dal gioco d’azzardo e ha detto ai siti che le loro operazioni violavano i suoi termini e condizioni, ordinando loro di cessare e desistere.

Oggi, il gioco d’azzardo è il selvaggio West delle scommesse online, ma alla fine, con la maturazione del mercato degli eSport e dei mercati delle scommesse virtuali, gli operatori inizieranno a cercare una crescita a lungo termine. L’autorizzazione e la regolamentazione saranno probabilmente sempre più necessarie per raggiungere questo obiettivo.