L’espansione del gioco d’azzardo in Oklahoma sembra improbabile, nonostante le lacune del budget statale

Un piano di espansione del gioco d’azzardo dell’Oklahoma che potrebbe coprire un notevole deficit di budget non sta ottenendo molto successo nella capitale di Oklahoma City.

Il legislatore statale è programmato per tornare per una sessione speciale il 25 settembre e, quando lo farà, i legislatori dovranno decidere il metodo migliore per riparare un deficit che è venuto a seguito di una causa legale sulle tasse sulle sigarette che ha spogliato le casse del governo di $ 215 milioni. Il rappresentante dello stato Kevin Wallace (R-Wellston) crede che consentire ai casinò tribali dello stato di offrire veri dadi e giochi con la palla nelle loro strutture dei nativi americani in cambio di nuovi pagamenti sia la soluzione.

L’Oklahoma ospita oltre 100 casinò terrestri. Con un piano di gioco che misura oltre 600,000 piedi quadrati, il WinStar World Casino and Resort di Chickasaw Nation è il più grande casinò del pianeta Terra.

Tribù nell’oscurità

La Corte Suprema dell’Oklahoma ha stabilito il mese scorso che una tassa di 1.50 dollari sui pacchetti di sigarette approvata era incostituzionale. La commissione significa che il governo non riceverà centinaia di milioni di dollari di entrate, come ipotizzato nel suo bilancio fiscale 2018 approvato.

Wallace vuole espandere i giochi da tavolo per aumentare le entrate fiscali dai casinò tribali. Trenta tribù di nativi americani condividono quantità variabili dei loro proventi lordi di gioco dai loro giochi di Classe III e pagano anche tasse di esclusiva in cambio del fatto che lo stato continui a bloccare il gioco d’azzardo commerciale.

Consentire alle tribù di incorporare dadi e biglie nei loro piani ha scarso sostegno nella capitale, né dai casinò. Le tribù sembrano contente di offrire craps e roulette elettroniche e automatizzate.

“È un peccato che la nazione Cherokee e altre tribù non siano state consultate sulla proposta”, ha detto Chuck Hoskin, segretario di stato della nazione Cherokee, la più grande popolazione di nativi americani in Oklahoma. “Abbiamo contattato il suo ufficio (Wallace) per saperne di più.”

Bill manca di supporto

Sebbene Wallace sia un repubblicano, i suoi elettori della Camera e del Senato dello stato, che controllano fortemente la legislatura, non sono disposti ad espandere il gioco d’azzardo per coprire le perdite di un’altra cosiddetta “industria del peccato”.

“Per me, personalmente, è un’obiezione morale”, ha dichiarato il presidente del Senato Pro Tempore Mike Schulz (R). Schulz ritiene che il legislatore dovrebbe concentrarsi sulla ricerca di un nuovo modo per tassare le vendite di sigarette.

Il disegno di legge sulle sigarette originale non è riuscito a raggiungere la maggioranza con un voto di 63-34. Schulz ritiene che ora di fronte a un deficit crescente, i legislatori avversari potrebbero essere più disposti a prestare il loro sostegno.