Le tariffe del resort del casinò di Las Vegas aumentano presso MGM, proprietà della stazione, mentre gli ospiti prelevano la scheda per gli aumenti previsti degli stipendi

Le tasse del resort, quei misteriosi addebiti che i casinò aggiungono astutamente al conto della tua camera d’albergo, stanno salendo di nuovo a Las Vegas.

A partire da giovedì 1 marzo, alcune proprietà di MGM Resorts e Station Casinos aumenteranno le tariffe del resort, prendendo spunto da Caesars Entertainment, che ha aumentato le proprie tariffe all’inizio di febbraio

Anche Cosmopolitan di Blackstone Group, Tropicana di Penn National Gaming, Stratosphere di Golden Entertainment e Hard Rock di Brookfield Asset Management hanno aumentato le tariffe del resort quest’anno.

MGM ha detto che le tasse aumenteranno di due dollari, raggiungendo $ 37 nei resort di fascia media, tra cui The Mirage, Mandalay Bay e MGM Grand. Luxor ed Excalibur aumenteranno le loro commissioni da $ 30 a $ 35 e Circus Circus diventeranno $ 30, dai loro precedenti $ 28.

Anche il Red Rock Resort e il Green Valley Ranch Resort della stazione vedranno un aumento, con commissioni da $ 35 che si spostano fino a $ 39.

Siamo in ritardo rispetto al mercato”, ha affermato il CEO di MGM Jim Murren in una chiamata sugli utili la scorsa settimana. “Le proprietà Caesar hanno tasse di soggiorno più elevate, il che è un grande cambiamento da quando hanno iniziato senza tasse di soggiorno non molto tempo fa, ma benvenuti alla festa. Sta aiutando i prezzi complessivi.”

Aiutare chi è la domanda: i casinò in genere addebitano le tariffe dei resort per aiutare a coprire i costi aggiuntivi, come l’accesso a Internet ad alta velocità, le aree di allenamento e la manutenzione della piscina.

Ma l’aumento di quest’anno è probabilmente anche in previsione di un aumento del costo del lavoro. Molti operatori di Las Vegas sono attualmente in trattativa con la Culinary Workers Union, che chiede salari e benefici più elevati per i suoi lavoratori e minaccia controversie di lavoro se tali richieste non verranno soddisfatte entro giugno 2018.

Ma è legale?

La grande lamentela contro le tariffe del resort è che sono nascoste sui siti di prenotazione di viaggi fino a quando l’utente non paga il conto, perché i siti classificano gli hotel in base al prezzo della tariffa della camera, non al costo totale, che include la tariffa resort giornaliera applicata.

Il progetto Las Vegas Review-Journal ha notato in una storia recente sull’argomento che sebbene l’Oasis del centro in stile retrò hipster a Gold Spike e il Circus Circus orientato alla famiglia della Strip siano risultati gli hotel più economici di Las Vegas in una recente ricerca, in realtà non erano, una volta resort le tasse sono state apposte sul conto.

Nessun vantaggio

Las Vegas, a quanto pare, sta diventando più costosa, mentre i premi e i vantaggi che una volta erano visti come diritti inalienabili vengono ridotti ogni anno di più. Questi venivano pagati con le entrate del gioco d’azzardo, ma oggigiorno sempre meno persone vengono a Las Vegas per giocare.

Sembra che la scritta fosse sul muro nel 2016, quando la MGM ha annunciato per la prima volta che avrebbe demolito il parcheggio gratuito nella maggior parte delle sue proprietà sulla Strip.

Ma secondo il veterano dirigente del casinò Dan Lee, il consolidamento nel mercato dei casinò di Las Vegas ha permesso alle aziende di raggiungere una scala che è dannosa per la concorrenza e per il cliente.

“Se la Striscia fosse più diversificata, [le tariffe del parcheggio] non sarebbero mai esistite 20 anni fa”, ha detto Lee al Las Vegas Review-Journal recentemente. “Se un tizio dicesse che pagheremo per il parcheggio, qualcun altro direbbe ‘OK, va bene, vieni a parcheggiare da me gratuitamente. La mia attività aumenterà». Ora hai un oligopolio lì”.