Le leggi canadesi sulle scommesse sportive “sbalorditive”, hanno bisogno di cambiamento, affermano politici e leader sindacali

I politici e i leader sindacali sono gli ultimi a spingere per legalizzare finalmente le scommesse sportive a partita singola in Canada.

David Cassidy, presidente del sindacato Unifor Local 444, ha affrontato l’argomento con il ministro degli Esteri canadese Chrystia Freeland durante un incontro questa settimana.

Pur riconoscendo che la legge sui giochi non fa parte del portafoglio di Freeland, Cassidy ha insistito affinché il ministro portasse il suo messaggio direttamente al primo ministro Justin Trudeau. Quel messaggio? La politica di gioco obsoleta del Canada sta costando lavoro e denaro all’economia.

“Voglio che tu invii di nuovo il messaggio”, ha detto Cassidy a Freeland, secondo Blackburn News. “Faremo sforzi di lobby. Sarà in primo piano e al centro perché abbiamo molti membri nel settore dell’ospitalità che influisce negativamente”.

La minaccia del Michigan

Allo stato attuale, i canadesi possono scommettere su eventi sportivi attraverso operatori sponsorizzati dal governo, ma devono essere parlay o scommettere su almeno due giochi. E come ogni buon scommettitore sa, i parlay semplicemente non sono giochi redditizi a lungo termine, spingendo invece molti canadesi a vendere libri offshore sul mercato grigio.

Non è la prima volta che i funzionari hanno spinto per cambiare quella legge. I progetti di legge presentati sia nel 2011 che nel 2016 sono stati respinti, ma il cambiamento del panorama a sud del confine sta creando un nuovo senso di urgenza.

A maggio, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha annullato un divieto federale sulle scommesse sportive, aprendo la porta agli Stati per creare le proprie normative sulle scommesse sportive. Uno di questi stati è il Michigan, a breve distanza a sud dell’Ontario.

“Proprio oltre il fosso, ci saranno scommesse sportive singole”, ha detto Cassidy del Michigan, secondo il Windsor Star. “Saremo di nuovo indietro una volta che il Michigan andrà avanti”.

Il sindacato di Cassidy rappresenta i lavoratori del Caesars Windsor Casino e afferma che le scommesse sportive a gioco singolo creerebbero istantaneamente 150 nuovi posti di lavoro.

Quest’ultima spinta arriva dopo che la Canadian Gaming Association ha chiesto alla NHL di aiutare a premere per il cambiamento. L’Associazione stima che i canadesi scommettano circa $ 4 miliardi all’anno su libri sportivi offshore, facendo impallidire i $ 450 milioni che sono legalmente scommessi con gli operatori canadesi.

Supporto politico?

Il membro del Parlamento del Nuovo Partito Democratico (NDP) Tracey Ramsey era presente alla riunione e ha definito “sbalorditivo” il fatto che il governo liberale continui a opporsi a qualsiasi cambiamento di gioco.

“Dobbiamo essere un giocatore in questo spazio”, ha detto Ramsey a un giornalista del Windsor Star. “Non capisco davvero la resistenza a qualcosa che creerebbe posti di lavoro, non solo nella nostra comunità ma in tutto il Canada”.

A differenza degli Stati Uniti, che hanno richiesto una decisione storica della Corte Suprema per aprire la porta alle scommesse sportive, cambiare legge in Canada sarebbe relativamente semplice.

“Solo una modifica del codice penale in un paragrafo”, ha detto Cassidy. “Questo è un file vecchio di dieci anni che deve essere affrontato”.

Hanno fatto impressione sui poteri forti? Il ministro Freeland è stato vago.

“Ho sentito delle cose interessanti. Tornerò indietro e rifletterò su questo.”

Lascia un commento