La prima udienza sulla politica dei casinò del Giappone ha avuto scarsa partecipazione a Tokyo

Il Giappone svelerà il suo piano di resort integrati di casinò entro la fine dell’anno, ma prima che lo faccia la Dieta Nazionale, il governo sta intraprendendo un tour nazionale per spiegare il suo pensiero al pubblico. Tuttavia, solo 100 persone hanno partecipato alla prima tappa.

L’evento si è tenuto a Tokyo, la capitale che ospita oltre 13.5 milioni di persone. Nonostante la scarsa affluenza, i presenti hanno fatto sentire la loro voce esprimendo diverse preoccupazioni. Mentre si pensa che il pubblico in generale sia fermamente contrario alla liberalizzazione del gioco d’azzardo, i cittadini hanno espresso opinioni sia a favore che in opposizione.

I fautori del disegno di legge hanno chiesto quanto presto potrebbero aprire i due resort casinò previsti. Gli oppositori hanno chiesto quali misure stesse prendendo il legislatore per prevenire le conseguenze sociali che potrebbero essere generate dal gioco d’azzardo commerciale.

L’udienza sulla politica del casinò è stata la prima di nove tappe, con il tour che si concluderà il 29 agosto. Altre udienze sono previste a Osaka, Hiroshima, Fukuoka, Sendai, Sapporo, Nagoya, Toyama e Takamatsu.

Bill Odds 

Il comitato governativo speciale che sta attraversando il Giappone per informare i cittadini dei suoi piani ha rilasciato pochi dettagli, e non è stato diverso a Tokyo. Un residente, secondo il Nikkei asiatica Recensione, che ha partecipato all’evento, ha chiesto informazioni sul calendario per avviare e far funzionare il gioco d’azzardo. Il pannello ha detto che questi dettagli devono ancora essere discussi.

L’udienza politica è stata forse più incentrata sull’accoglienza delle preoccupazioni pubbliche che sulla rivelazione dei dettagli della legislazione sul gioco d’azzardo. La Dieta ha lavorato per mesi al conto del suo resort e, sebbene i dettagli siano stati confermati, le informazioni stanno iniziando a trapelare.

Forse la cosa più importante per i cittadini giapponesi è una costosa quota d’ingresso segnalata per i cittadini. Preoccupato per un potenziale aumento del gioco d’azzardo problematico, si pensa che il legislatore stia meditando una tariffa che potrebbe raggiungere fino a $ 100 per visita. Il prezzo è la difesa del Giappone nell’impedire a qualcuno di giocare con denaro che non può permettersi di perdere.

Preferiti della città

Con il governo nazionale in giro per il paese asiatico, i leader locali stanno iniziando a prendere le loro decisioni finali se vogliono anche uno dei due casinò.

Ma otto mesi dopo, Tokyo, una città che non ha bisogno di presentazioni, è presumibilmente una delle prime per i due casinò resort. I funzionari locali hanno espresso opinioni contrastanti sull’accoglienza del gioco d’azzardo e il CEO di Melco Resorts Lawrence Ho ha affermato all’inizio di quest’anno che Osaka è una scelta migliore. Ad agosto, Tokyo e Osaka sono le favorite per le licenze.

Per quanto riguarda gli operatori, il forte curriculum di Las Vegas Sands e MGM Resorts con sede in Nevada che operano a livello internazionale li rende i due candidati più probabili.