La penisola di Macau suona il secondo violino nella striscia di Cotai, afferma l’analista

La penisola del centro di Macao, il tradizionale centro di gioco dell’enclave semi-autonoma, è probabile che segua la strada del centro di Las Vegas, diventando un mercato secondario eclissato dalle proprietà più grandi e più grandiose della Striscia di Cotai.

Così afferma Andrew Klebanow, senior partner della società di consulenza con sede negli Stati Uniti Global Market Advisors. Klebanow ha suggerito questa settimana che il centro di Macao sarà presto messo in ombra da Cotai, in uno schema che rispecchierà lo sviluppo e l’ascesa della Strip di Las Vegas negli anni novanta.

“Il centro di Las Vegas si è trasformato in una destinazione di gioco di secondo livello, attirando persone con alloggi a basso prezzo, cibo economico e migliori probabilità di gioco”, ha affermato Klebanow. “Non solo questo non ha fermato la perdita di quote di mercato nella Striscia, ma ha impedito ai proprietari del centro di reinvestire nelle loro proprietà… In breve, i casinò della penisola [di Macao] con una o due notevoli eccezioni, continueranno a perdere quote di mercato a favore di quelli proprietà più seducenti su Cotai.

Vantaggio competitivo

Il primo casinò di Cotai, una discarica bonificata, è stato il Grand Waldo Hotel di Galaxy Entertainment, che ha aperto le sue porte nel 2006.

È stato seguito un anno dopo dal primo dei suoi resort integrati incredibilmente grandi, il Venetian Macau di Las Vegas Sands Corp. In effetti, LVS, con un sentore di cose a venire, ha coniato il termine “la striscia di Cotai” e ne detiene il copyright.

Cotai è attraente per gli sviluppatori nel più grande mercato di gioco del mondo a causa dei vantaggi competitivi offerti dallo spazio.

Consente la costruzione di grandi strutture non di gioco che attirano il mercato di massa, centri commerciali e luoghi di intrattenimento per i quali i casinò della penisola non hanno spazio.

Il mercato della penisola sopravviverà

La striscia di Cotai ha visto una raffica di attività di costruzione negli ultimi anni, con le proprietà più nuove e impressionanti dell’enclave, come il Wynn Palace Macau, il Parisian Macao di LVS e lo Studio City di Melco Resorts and Entertainment, che hanno aperto in rapida successione.

Tutti sono orientati al mercato di massa poiché la regione si allontana dalla sua dipendenza dal segmento VIP.

“La maggior parte dei casinò della penisola sopravviverà”, ha detto Klebanow. “Godranno sempre del vantaggio di avere proprietà in cui è facile entrare e uscire… Alcune di queste proprietà saranno vendute a operatori più agili o a persone e aziende che pensano di poter gestire quei casinò meglio dei loro predecessori.

“Ciò che è inevitabile, tuttavia, è la continua crescita della quota di mercato dei casinò di Cotai”, ha aggiunto.