La Massachusetts Gaming Commission elegge il nuovo presidente ad interim mentre l’indagine Wynn si avvicina alla fine

La contorta saga che circonda l’indagine di alto profilo su Wynn ha preso un’altra svolta questa settimana, quando la Massachusetts Gaming Commission (MGC) ha selezionato un nuovo leader ad interim per sostituire quello che si è improvvisamente dimesso questa settimana.

I tre membri del comitato di regolamentazione hanno scelto Gayle Cameron per assumere il ruolo di presidente. È commissaria della MGC dal 2012 e in precedenza è stata sovrintendente della polizia di Stato del New Jersey.

“Lei rappresenta la continuità”, ha detto al Boston Herald Richard McGowan, un esperto di giochi al Boston College. “Non è stata oggetto di alcuna controversia, e in questo momento ciò di cui la Commissione ha bisogno è stabilità. È una scelta piacevole e sicura”.

Cameron prende il posto del presidente uscente Stephen Crosby, che si è sorprendentemente dimesso dal ruolo mercoledì dopo essere stato accusato di essere stato prevenuto nell’indagine di Wynn sia da Moehegan Sun che da Wynn Resorts.

Crosby nega di avere qualsiasi pregiudizio, ma nel delineare la sua decisione di dimettersi, ha affermato che “non può lasciare che il mio coinvolgimento … sia utilizzato da altri per ostacolare la capacità (di MGC) di svolgere il proprio lavoro”.

I regolatori hanno il compito di determinare la quantità di conoscenza che i resort Wynn avevano riguardo alle accuse di molestie dei dipendenti per mano dell’ex CEO Steve Wynn.

Incontra il nuovo capo

Quel fardello ora ricade sulle ginocchia di Cameron, che ha fatto parte della commissione sin dal suo inizio, almeno per ora. Agirà come presidente ad interim fino a quando l’MGC non potrà occupare la posizione in modo permanente.

“Penso che il suo background nella Polizia di Stato l’abbia resa ovviamente un’ottima sorvegliante”, ha detto il commissario Bruce Stebbins a sostegno della nomina, secondo Mass Live.

Cameron era un ex “agente sotto copertura” con la polizia di stato del New Jersey prima di salire alla seconda posizione più alta di sovrintendente. Ha anche verificato le domande di licenza dei casinò ad Atlantic City.

“Non so se sia il caso di ringraziarvi”, ha detto Cameron ai suoi colleghi giovedì. “Sono grato per la tua fiducia, e se questo è ciò che vuoi, sono felice di intervenire in un ruolo provvisorio e continuare a farlo”.

Il governatore Charlie Baker ha il compito di trovare un presidente a lungo termine, ma afferma che non esiste una tempistica in atto per ricoprire la posizione.

La fine è vicina

Cameron interviene in un momento cruciale per la commissione, che ha avviato la sua indagine sulla scia di una denuncia del Wall Street Journal che accusava Steve Wynn di aver abusato sessualmente di molte delle sue dipendenti.

L’MGC è nelle fasi finali della sua inchiesta di otto mesi, che alla fine deciderà se ritirare o meno la licenza del casinò di Wynn Resorts in Massachusetts.

I funzionari di Wynn hanno completato la propria indagine interna sulle affermazioni, ma non hanno reso pubblici i risultati. Da parte sua, l’ex CEO Steve Wynn ha negato tutte le accuse contro di lui.

La decisione dell’MGC potrebbe in definitiva avere un effetto importante sul futuro dell’Encore Boston Harbor di Wynn, nonché sui piani per l’apertura di un nuovo resort sul lungomare a Everett l’anno prossimo.

Lascia un commento