La leggenda di Vegas Bobby Baldwin gravemente ferito in Aria Freefall con più ossa rotte Bon

Bobby Baldwin, la cui carriera a Las Vegas abbraccia decenni con la sua ascesa da vincitore del Main Event delle World Series of Poker a dirigente di casinò, è stato gravemente ferito quando è caduto da due rampe di scale all’Aria Resort and Casino di Las Vegas sabato. Secondo quanto riferito, si è rotto le spalle, il bacino e le costole e ha subito lesioni alla testa che hanno richiesto 40 punti.

Anche se il 67enne dovrebbe riprendersi, probabilmente ci vorrà un po’ prima che torni alla sua scrivania del Project City Center. La leggenda del poker e amico Doyle Brunson è stato il primo ad annunciare l’incidente, pubblicando un tweet sabato poco dopo l’incidente.

Il figlio di Baldwin, BJ, si è precipitato in ospedale per stare con suo padre. Ha dettagliato le lesioni estreme in un video che ha pubblicato sulla sua pagina Instagram.

“Si è fratturato il bacino in tre punti, si è rotto il gomito, si è fratturato cinque costole e ha una massiccia ferita da impatto sulla fronte con 40 punti di sutura”, ha detto. “Quindi è davvero incasinato, ma si riprenderà completamente”.

Di buon umore

Altri sono seguiti con aggiornamenti. Jean-Robert Bellande ha twittato sabato che è stato ricoverato d’urgenza in ospedale e si è sottoposto prima a un intervento chirurgico al braccio.

“Ho appena parlato con Bobby Baldwin”, ha scritto Bellande su Twitter. “L’intervento al gomito è andato bene. Nessun ferito in pericolo di vita. È di buon umore, niente golf per un po’”.

Baldwin è anche riuscito a mantenere il senso dell’umorismo sulla sua situazione. Brunson ha parlato con il suo amico e ha condiviso questo scambio su Twitter, che il paziente ha avuto con uno dei suoi caregiver.

“Infermiera… Stai bene per un uomo di 67 anni… Bobby Baldwin… Grazie, avresti dovuto vedermi prima che cadessi. Tipico Baldwin. Starà bene”.

Titano dell’industria

Baldwin è una leggenda vivente del poker. Come giocatore, ha vinto quattro braccialetti WSOP: 1977 e 1979 $10,000 Deuce-to-Seven Draw, 1977 $5,000 Seven Card Stud e 1978 Main Event. All’epoca, il 28enne era il più giovane a vincere il torneo più importante del gioco. È stato inserito nella Poker Hall of Fame nel 2003.

Soprannominato “The Owl” per la sua saggezza in una varietà di argomenti, Baldwin è passato dal poker a tempo pieno a posizioni di potere nell’industria dei giochi. Nel 1982, è stato assunto al Golden Nugget come consulente e due anni dopo è stato incaricato del casinò dal suo creatore, Steve Wynn.

Nel 1987, Wynn lo ha reso il miglior cane del Mirage, nominandolo infine presidente dell’iconico Bellagio nel 1998, dove nel corso del tempo, la sala da poker privata per cash game high-limit è stata chiamata “Bobby’ Room”. Baldwin è poi passato a diventare il primo CEO del City Center quando il progetto del resort è stato aperto nel dicembre 2009.

Insieme ai suoi 2.3 milioni di dollari incassati nei tornei live, Baldwin è noto come un giocatore di biliardo di alto livello. Dopo questo incidente, tuttavia, probabilmente non riceverà alcun segnale per un po’.