La Florida lancia un giro di vite sui giochi house-banked nelle sedi del Pari-mutuel

I capi del gioco d’azzardo della Florida hanno avviato un’azione legale contro due sedi di pari-mutuel, il Sarasota Kennel Club e la Pensacola Greyhound Racing, per la loro presunta incapacità di rimuovere i cosiddetti “giochi per giocatori designati” dai loro locali.

Nel frattempo, molte altre sale da gioco e ippodromi della Florida si stanno preparando per azioni simili, mentre lo stato si muove per reprimere i controversi giochi.

La mossa arriva dopo che un giudice federale ha stabilito a novembre che la loro esistenza in Florida ha violato il patto della tribù Seminole con lo stato, che garantisce alla tribù l’esclusiva sui giochi bancari come il blackjack.

I giochi con giocatori designati consentono a un giocatore di agire come “banca”, tipicamente nei giochi da casinò come il poker a tre carte e l’Ultimate Texas Hold ‘em. I regolatori statali avevano sostenuto che questa dinamica soddisfaceva il requisito della legge della Florida che richiede ai giocatori delle sale da gioco del pari-mutuel di “giocare l’uno contro l’altro”, piuttosto che contro la casa. Senza la casa che fungesse da banca, questi giochi non potrebbero essere definiti come “banked”, hanno affermato.

L’errore di giudizio della Florida

Ma il giudice Robert Hinkle non era d’accordo. “La caratteristica essenziale di un gioco ‘banked’ è questa: la banca paga i vincitori e incassa i perdenti”, ha scritto, stabilendo il 9 novembre che il regolatore aveva commesso un grave errore nell’assicurare alle sale da gioco che i giochi erano conformi la legge.

Ha anche stabilito che alla tribù dovrebbe essere permesso di continuare a offrire blackjack esclusivamente nei suoi casinò Hard Rock fino al 2030.

Il caso era stato inizialmente avviato dallo Stato contro i Seminole per il loro rifiuto di interrompere l’offerta di giochi bancari una volta scaduto il loro patto quinquennale iniziale nel 2015. Ma la tribù ha controbattuto per la violazione dell’esclusività, costringendo lo stato a una ritirata umiliante.

A luglio, entrambe le parti hanno concordato di porre fine al contenzioso e lo stato ha promesso che avrebbe intrapreso “un’azione esecutiva aggressiva” contro i pari-mutuel che violavano il divieto sui giochi che aveva precedentemente consentito.

Lo stato fa bene alla sua parola

Nick Iarossi, un lobbista della Jacksonville Greyhound Racing, ha dichiarato a Sunshine State News che le azioni dello stato di questa settimana mostrano che intende mantenere la parola data.

“La linea di fondo è che un pagatore designato non può rimanere sempre il giocatore designato senza… dare ad altre persone l’opportunità di essere il giocatore”, ha detto.

«Entreranno. Controlleranno il nastro. Guarderanno le partite giocate dal vivo. E se vedono che viene fatto qualcosa al di fuori della conformità, emetteranno reclami amministrativi e multe”, ha affermato. “Quindi tutti controllano due o tre volte per assicurarsi di essere conformi”.