La Disney non ha interesse a offrire scommesse sportive, ma ESPN non ignorerà il gioco d’azzardo legalizzato

Mentre un importante conglomerato dei media potrebbe essere nella posizione perfetta per trarre profitto dalla diffusione delle scommesse sportive legalizzate, il CEO della Disney Bob Iger afferma che la società non ha interesse a offrire parlay a tre squadre all’Epcot Center.

Durante una chiamata sugli utili trimestrali di martedì, Iger ha detto agli investitori che la Disney non aveva intenzione di gestire le scommesse sportive, almeno non nel prossimo futuro.

ESPN potrebbe trarre vantaggio dalla copertura delle scommesse

Mentre potrebbe sembrare ovvio che le scommesse sportive non si mischiano con Topolino e Cenerentola, Disney è anche la società madre di ESPN, un marchio che potrebbe diventare un operatore di scommesse potente se volesse farlo. Ma Iger ha respinto qualsiasi speculazione del genere durante la chiamata sugli utili.

“Non vedo la Walt Disney Company certamente nel breve termine essere coinvolta nel business del gioco d’azzardo e, di fatto, facilitare il gioco d’azzardo in alcun modo”, ha detto Iger agli investitori.

Ciò non significa che ESPN ignorerà il fatto che le scommesse sportive stanno rapidamente diventando un passatempo nazionale.

“Penso che ci sia molto spazio e ESPN ha già fatto parte di questo e potrebbero fare di più per fornire informazioni sulla copertura degli sport, ad esempio che sarebbero rilevanti e di particolare interesse per il gioco d’azzardo e non essere timidi a riguardo “, ha detto Iger. “Ma entrando nel business del gioco d’azzardo, ne dubito piuttosto.”

Le aziende dei media mostrano interesse per le scommesse sportive

Certamente, la Disney non deve entrare in ogni singola attività per essere una società redditizia e in crescita. Ma molti analisti hanno sottolineato che ignorare le scommesse sportive come potenziale flusso di entrate potrebbe costare denaro alla società a lungo termine, soprattutto se altri nel settore dei media decidono di saltare nell’arena prima di loro.

Ci sono segnali che alcuni dei concorrenti di ESPN stiano facendo proprio questo. Il mese scorso, NBC Sports ha trasmesso una trasmissione alternativa modificata di una partita NBA tra Washington Wizards e Milwaukee Bucks per il mercato DC in previsione della legalizzazione delle scommesse sportive nella capitale della nazione. Anche se non c’era modo di scommettere direttamente sul gioco attraverso la trasmissione, le informazioni sui fantasport e sul gioco d’azzardo erano disponibili direttamente sullo schermo, qualcosa che potrebbe essere tradotto in un appello più diretto ai giocatori d’azzardo in futuro.

ESPN non è stato nemmeno timido nel corteggiare gli scommettitori. ESPN.com ha un’intera sezione “Chalk” dedicata all’industria delle scommesse sportive, mentre segmenti come “Bad Beats” nell’edizione di mezzanotte di SportsCenter riguardano esplicitamente il gioco d’azzardo.

Disney non dovrebbe necessariamente iniziare a scommettere per generare entrate dalle scommesse sportive. Se la società collaborasse con ESPN con un operatore esistente attraverso un contratto di marketing o di licenza, la società di media potrebbe ottenere alcuni dei vantaggi delle scommesse senza il bagaglio di reputazione che potrebbe derivare dall’effettiva gestione delle scommesse sportive.

Lascia un commento