La demolizione del sito del futuro casinò del Connecticut procede nonostante le continue sfide legali

Il progetto del casinò del Connecticut a East Windsor sta andando avanti con la demolizione di un cinema chiuso che attualmente occupa il sito di 26 acri.

Tuttavia, le continue sfide legali che mettono in dubbio la validità della struttura di gioco satellitare tribale continuano a mettere a repentaglio il suo futuro.

Le tribù Mashantucket Pequot e Mohegan, i due gruppi di nativi americani del Connecticut che gestiscono rispettivamente i casinò Foxwoods e Mohegan Sun, hanno ricevuto la benedizione dello stato lo scorso anno per costruire insieme una struttura di gioco satellitare a East Windsor.

L’Assemblea Generale e il Governatore Dannel Malloy (D) hanno firmato i piani per impedire che i dollari di gioco fluiscano attraverso il confine Connecticut-Massachusetts verso MGM Springfield, un resort integrato da $ 960 milioni che dovrebbe aprire questo settembre.

La legislazione approvata ha imposto al Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti (DOI) e al suo Bureau of Indian Affairs di affermare che gli emendamenti ai patti di gioco delle tribù non mettono a repentaglio gli attuali accordi di ripartizione delle entrate.

Ma fino ad oggi, il DOI non ha approvato ufficialmente i nuovi accordi di gioco.

Risky Business

Lunedì, i rappresentanti delle tribù tra cui il presidente di Mohegan Kevin Brown e il presidente di Mashantucket Pequot Rodney Butler hanno partecipato a una cerimonia di demolizione del complesso Showcase Cinemas chiuso.

Il sito di East Windsor, acquisito dalle tribù nel 2017 per $ 4 milioni da National Amusements, si trova a circa 13 miglia a sud di MGM Springfield. La posizione è appena fuori dall’Interstate 91 all’uscita 45.

MGM Resorts ha affermato che, affinché lo stato ottenga l’offerta migliore, dovrebbe consentire agli operatori di casinò non tribali di fare offerte su qualsiasi espansione di gioco. La società del Nevada ha suggerito l’interesse per la costruzione di un casinò resort da 675 milioni di dollari a Bridgeport.

I legislatori sono divisi su quale linea d’azione sia la migliore. I membri dell’assemblea che rappresentano le aree vicino a Bridgeport naturalmente preferiscono il percorso di MGM, mentre altri credono che attenersi al gioco tribale sia la scommessa più sicura.

Quattro membri della delegazione congressuale del Connecticut hanno recentemente chiesto all’ispettore generale degli Stati Uniti di aprire un’indagine sul motivo per cui il DOI non è riuscito a emettere un’opinione concreta sul casinò di East Windsor. I membri del Congresso hanno affermato in una lettera che gli sforzi di lobby della MGM sono dietro l’inazione del DOI. 

Blueprint Blues

Il casinò satellite del Connecticut presenterà pochi, se non nessuno, servizi oltre al piano di gioco. Le tribù, che operano congiuntamente come un’impresa nota come MMCT, hanno svelato i progetti iniziali ai funzionari di East Windsor il mese scorso e molti sono rimasti delusi.

La presentazione non mostrava piani per ristoranti, negozi al dettaglio, spazi per convegni o intrattenimento. L’unica “caratteristica” non di gioco era un garage di 1,800 posti auto.

I residenti dell’area commentano a Hartford Courant articolo non erano esattamente in soggezione.

“Perché dovresti fermarti in una gloriosa sala scommesse quando a 15 minuti a nord c’è un mega casinò da $ 960 milioni?” ha chiesto un commentatore. Un altro ha chiesto: “Garage a cinque piani? Questo è il momento clou?”

Lascia un commento