La campagna di gioco in Ontario, Canada attira i giocatori d’azzardo cinesi, nonostante le indicazioni di alti rischi di dipendenza

Una nuova campagna pubblicitaria, che sembra essere rivolta ai giocatori d’azzardo cinesi di Ottawa, in Ontario, sta suscitando le ire di alcuni in quella comunità.

Gli annunci sono stati creati dal Rideau Carlton Raceway, che è destinato a subire una grande espansione in quanto collabora con il marchio Hard Rock. Parte dell’espansione è una nuova “area di gioco di ispirazione asiatica” e gli annunci indicano un tentativo aggressivo di corteggiare la comunità cinese.

La maggior parte degli annunci è scritta interamente in cinese e appare in giro per la città su grandi cartelloni pubblicitari, così come sulle pensiline degli autobus a Chinatown. La loro grafica accattivante promuove giochi come pai gow e mini baccarat, che sono tradizionalmente popolari tra la popolazione cinese.

Questo, nonostante le recenti affermazioni dell’Azienda Sanitaria Locale secondo cui la specifica comunità corre un rischio molto maggiore di dipendenza dal gioco d’azzardo.

‘radicato nella cultura sociale’

La tempistica della campagna pubblicitaria è curiosa, considerando i risultati di un recente rapporto di Ottawa Public Health (OPH).

Dopo l’annuncio dell’espansione del casinò, l’OPH ha pubblicato uno studio che mostra che un numero sproporzionato di residenti cinesi sono giocatori d’azzardo problematici. Lo studio ha rilevato che circa l’1.2% della popolazione generale è danneggiata dalla dipendenza, mentre il tasso tra i giocatori d’azzardo cinesi è più del doppio rispetto al 2.9%.

Anna Wong crede che il tasso sia persino più alto di quello in realtà. Il direttore esecutivo dei servizi familiari cinesi dell’Ontario ritiene che la campagna pubblicitaria abbia il potenziale per peggiorare le cose, secondo CBC News.

“Il gioco d’azzardo è una delle attività sociali che sono piuttosto primarie per la cultura, o radicate nella cultura sociale”, ha detto Wong.

Secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti, mentre gli asiatici rappresentano solo l’8.2 percento della popolazione mondiale del gioco d’azzardo, rappresentano il 14.3 percento di quelli considerati giocatori problematici ad alto rischio.

Tuttavia, i funzionari del casinò contestano l’accusa che stanno prendendo di mira specificamente i cinesi e insistono sul fatto che non stanno violando alcun regolamento.

“Noi commercializziamo a tutte le comunità. Se ci sono persone di lingua mandarina interessate ai giochi, allora vogliamo esporre loro il nostro intrattenimento”, ha affermato Andrew Wright, direttore del Rideau Carleton Raceway, tramite CBC News.

Non un nuovo progetto Blue

Se il casinò della capitale canadese si rivolge davvero ai giocatori d’azzardo cinesi, non sarebbero i primi a farlo.

Sia il Lucky Dragon che il Resorts World di Las Vegas stavano apertamente corteggiando quella fascia demografica quando hanno aperto nel 2016. I casinò hanno fatto del loro meglio per portare un po’ di Cina nella Città del Peccato nel tentativo di dominare la fascia demografica, ma nessuno dei progetti è durato molto tempo prima di fallire.

Il Rideau Carlton non andrà così lontano, ma i loro annunci dimostrano che non sono nemmeno timidi nell’attirare la comunità cinese. Dopotutto, presto avranno un nuovo enorme casinò da riempire.

Un’espansione da 318 milioni di dollari dovrebbe essere approvata dai funzionari della città di Ottawa. Una volta completato, includerà 750 nuove slot machine e 20 nuovi tavoli da gioco, oltre a un hotel da 200 camere e un teatro da 2,500 posti.