Kentucky scommesse sportive Bill va al tappeto nel dibattito televisivo contestato

Un disegno di legge sulle scommesse sportive del Kentucky ha visto i sostenitori di entrambe le parti del dibattito sul gioco d’azzardo sportivo presentare le proprie ragioni in televisione lunedì sera, proprio mentre il disegno di legge si sta facendo strada attraverso l’Assemblea generale dello stato.

Il forum — tenuto su Kentucky Educational Television’s Kentucky stasera – hanno contrapposto i legislatori che sponsorizzano il disegno di legge sia contro un ministro battista che contro il leader della Family Foundation of Kentucky, un gruppo che afferma di proteggere “le famiglie e i valori che le rendono forti”.

È arrivato meno di una settimana dopo che il comitato per le licenze, le occupazioni e le normative amministrative della Camera ha approvato la legge 175 della Camera, sponsorizzata dal rappresentante statale Adam Koenig (R-69th Dist.), presidente del comitato.

Mentre i sostenitori sostenevano che avrebbe consentito al Kentucky di generare entrate dagli sport che i residenti già praticano, Kent Ostrander – il direttore esecutivo della Family Foundation – ha affermato di temere che il gioco d’azzardo esteso prenderà di mira e sfrutterà i più poveri dello stato.

Le aziende non possono scommettere, le imprese non possono scommettere, le organizzazioni non profit non possono scommettere, le chiese non possono scommettere”, ha detto Ostrander al moderatore dello spettacolo Renee Shaw. “Solo mamme e papà e poche persone single che potrebbero essere [genitori] ad un certo punto. Tutti i soldi provengono dalle famiglie del Kentucky. Ecco da dove viene… il gioco d’azzardo prende di mira solo la famiglia”.

Supporto bipartisan per Garners di scommesse sportive

Il disegno di legge consentirebbe agli ippodromi dello stato e al Kentucky Speedway di richiedere licenze che consentirebbero loro di accettare scommesse sulla maggior parte dei principali eventi sportivi, ad eccezione di quelli che coinvolgono le squadre dei college statali. Anche i regolamenti per il poker online e i fantasport saranno delineati in HB 175.

Gli operatori pagherebbero $ 500,000 per la licenza, che consentirebbe anche le scommesse mobili da qualsiasi parte dello stato.

I sostenitori legislativi del Kentucky stimano che il disegno di legge sulle scommesse sportive genererebbe tra $ 20 e $ 50 milioni di entrate annuali, a seconda di quanti stati vicini alla fine legalizzeranno anche i libri sportivi.

Il cinque percento di tali entrate andrebbe ad aiutare i programmi per le dipendenze dal gioco d’azzardo.

Il disegno di legge gode di un sostegno bipartisan. Koenig, un repubblicano, ha 20 co-sponsor nominati sul disegno di legge, di cui 11 democratici.

Litigare per i termini della fattura

Il rappresentante statale Al Gentry – un co-sponsor democratico del disegno di legge – ha affermato che i piani iniziali includevano giochi da casinò che avrebbero portato fino a 10 volte i soldi provenienti solo dalle scommesse sportive proposte. Ma il legislatore di Louisville ha affermato che i sostenitori hanno deciso di incontrare i rappresentanti della Family Foundation, che ha finito per rimuovere le disposizioni per qualsiasi gioco d’azzardo non sportivo.

Gentry ha detto che le trattative sono diventate così intense che hanno quasi portato a un fallimento.

“Abbiamo iniziato ad annacquarlo così tanto che quasi me ne sono andato, francamente”, ha detto.

Gentry ha anche respinto coloro che affermano che il gioco espanso avrebbe un costo sociale. Con i casinò in West Virginia, Ohio, Indiana e Illinois, il costo sociale è già nello stato, poiché quei luoghi vendono ai residenti del Kentucky, mentre lo stato non ottiene alcun beneficio fiscale da esso, ha detto.

Koenig ha detto Casino.org lunedì che la Camera prenderà il provvedimento non appena avranno i voti.

Ha inoltre spiegato su KET che ha bisogno di 60 voti dalla camera di 100 membri. La legge del Kentucky richiede che i progetti di legge proposti negli anni dispari (basati su un emendamento costituzionale) che aumentino le entrate vengano approvati con una maggioranza di tre quinti. Lui e altri sostenitori stanno ancora parlando con i loro colleghi del disegno di legge.

“C’è sempre disinformazione che circola con fatture come questa”, ha detto. “Quindi, stiamo informando i legislatori che vogliono arrivarci. Hanno solo preoccupazioni in questo momento”.

Lascia un commento