Il progetto di legge sui resort integrati giapponesi ora ha il pieno supporto di Shinzo Abe e del partner della coalizione

La legge sull’implementazione dei resort integrati in Giappone (IRIB) sarà approvata nel prossimo mese ora che i funzionari chiave, tra cui Shinzo Abe e il partito Komeito, hanno riaffermato il loro impegno a portare il gioco d’azzardo nei casinò in Giappone.

GGRAsia.com mercoledì ha riferito che il primo ministro giapponese Shinzo Abe e il leader del partito Komeito Natsuo Yamaguchi si sono accordati in una riunione di martedì per garantire che l’IRIB sarebbe passato durante l’attuale sessione speciale del parlamento nazionale.

Necessaria l’approvazione della Camera alta per il conto del casinò

L’attuale governo di maggioranza del Giappone comprende una coalizione tra il Partito Liberal Democratico (LDP), guidato da Abe, e Komeito. L’IRIB è stato approvato il mese scorso dalla Camera dei Rappresentanti, ma deve ancora essere approvato dalla Camera dei Consiglieri, la camera alta della legislatura giapponese.

Ciò sembrava impossibile prima della fine della sessione legislativa ordinaria, che doveva concludersi il 20 giugno. Ma i partiti della coalizione sono stati in grado di concordare una sessione speciale sulle obiezioni dei legislatori dell’opposizione, dando loro altri 32 giorni per lavorare con per ottenere il conto attraverso la camera alta.

Prevista prima una legislazione anti-dipendenza

Prima che la Camera dei consiglieri assuma l’IRIB, tuttavia, dovrà prima approvare un disegno di legge anti-dipendenza per affrontare le preoccupazioni del pubblico e di alcuni legislatori sui potenziali danni sociali che i casinò potrebbero portare in Giappone.

GGRAsia ha riferito che un progetto di legge noto come Legge di base sulle contromisure per la dipendenza dal gioco d’azzardo è stato presentato a un comitato e che tale legislazione potrebbe essere votata entro la fine della settimana. Sembra che i legislatori stiano cercando di approvare uno scheletro di legge che possa servire come base per regolamenti più specifici che saranno decisi in un secondo momento.

Se ciò dovesse accadere come previsto, rimarrebbero poco più di due settimane per l’approvazione dell’IRIB finale, poiché la sessione speciale si concluderà il 22 luglio. Il disegno di legge sarà probabilmente presentato al voto negli ultimi giorni della sessione.

La prospettiva di portare i resort dei casinò in Giappone è stata un importante punto di discussione nel settore negli ultimi anni, poiché il paese è ampiamente visto come il più grande mercato di gioco d’azzardo non sfruttato al mondo. I principali operatori internazionali sono ben consapevoli di quanto possa essere redditizio ottenere una licenza a Tokyo o in un’altra grande città, con i capi di aziende come Melco Resorts e Las Vegas Sands che affermano che sarebbero disposti a investire $ 10 miliardi o più su un progetto del genere.

Ma mentre Abe e altri funzionari avevano inizialmente sperato di poter rapidamente approvare la legislazione per consentire la costruzione di resort integrati in tempo per le Olimpiadi estive del 2020 a Tokyo, i ritardi hanno posticipato la data prevista per i primi casinò fino alla metà del prossimo decennio. Nel frattempo, il pubblico giapponese è rimasto molto freddo sull’idea di espandere il gioco d’azzardo, con il 65 percento o più dei cittadini che si sono espressi contro i casinò commerciali in vari sondaggi.

Lascia un commento