Il nome del marchio Trump a Macao, il casinò cinese potrebbe essere sulla Pass Line?

Una LLC controllata dalla società di Donald Trump ha presentato quattro domande di marchio a Macao che cercano di proteggere il cognome del presidente, con una designata per “servizi e strutture di gioco d’azzardo e casinò”. La rivelazione sta causando molte speculazioni sul fatto che la Trump Organization stia considerando di acquistare il centro di gioco d’azzardo più ricco del mondo quando le licenze potrebbero essere nuovamente disponibili nel 2020.

Se approvati, i marchi proteggerebbero il nome Trump in vari settori. La notizia che The Trump Organization potrebbe prendere in considerazione di fare affari nel territorio cinese ha generato molti pettegolezzi, ma non significa nemmeno nulla di tangibile.

“Una partnership con Trump è una possibilità, ma registrare i marchi è una pratica commerciale comune”, ha detto il professor Glenn McCartney alla University of Macau Resort Management <i>South China Morning Post </i>, il primo organo di stampa a segnalare le domande di marchio. “Non significa che sarà necessariamente materializzato”.

Cinque anni fa, la Trump Organization ha ottenuto con successo marchi a Macao che proteggono “Donald Trump”, “Trump Tower” e “Trump International Hotel and Tower”.

Trump si è dimesso dal suo conglomerato quando ha preso il posto alla Casa Bianca, ma mantiene la sua partecipazione finanziaria nel business. I due figli adulti del presidente, Donald Jr. ed Eric, attualmente controllano le sue operazioni.

La lungimiranza è il 2020

Macao, l’enclave di gioco redditizia della Cina, ha sei operatori di casinò autorizzati che sovrintendono a 38 sedi. Gli ambiti permessi operativi, tuttavia, inizieranno a scadere nel 2020.

Non è chiaro se Macao consentirà a più aziende di entrare nel mercato o se manterrà lo status quo e semplicemente rinnoverà i “Big Six”.

I sei operatori sono SJM Holdings, la società del miliardario Stanley Ho che ha avuto il monopolio del gioco d’azzardo a Macao per decenni, Galaxy Entertainment, Wynn Resorts, Las Vegas Sands, MGM e Melco Resorts.

Posizioni del sondaggio

Quando è entrato in carica, il presidente Trump ha affermato che la sua azienda non avrebbe perseguito nuovi affari esteri durante il suo mandato per evitare conflitti di interesse nei rapporti con i leader internazionali. L’Organizzazione Trump si è ritirata dai progetti in Azerbaigian, Georgia e Brasile per aderire a tale impegno.

Ma il magnate immobiliare miliardario ha cercato a lungo fuori dagli Stati Uniti mercati favorevoli in cui investire, e sembra che i suoi figli mantengano questa filosofia. Ci sono state anche segnalazioni lo scorso autunno che indicavano l’interesse di Trump a costruire un casinò a Cuba alla fine degli anni ‘1990, nonostante l’embargo commerciale degli Stati Uniti in quel momento.

Nonostante molte polemiche, essendo in carica, Trump ha ancora le migliori probabilità di vincere le elezioni presidenziali del 2020. Il bookmaker online Paddy Power ha il repubblicano a 5-2, seguito dal suo vicepresidente Mike Pence e dalla senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren (D) a 15-2. L’ex First Lady Michelle Obama è prossima a 14-1.