Il gioco potrebbe tornare all’ex sito dell’hotel Moulin Rouge per un giorno

Non è stato aperto dal 1955, ma il gioco d’azzardo dovrebbe tornare al Moulin Rouge Casino di Las Vegas, almeno per un giorno.

La Gaming Control Board ha rilasciato l’autorizzazione per l’uso giornaliero delle slot machine nel lotto di Bonanza Road dove un tempo sorgeva lo storico hotel. Fa tutto parte di uno sforzo per mantenere la licenza di gioco sul sito mentre si muove attraverso i procedimenti di amministrazione controllata nei tribunali.

Ora nient’altro che una montagna di macerie dietro tre colonne cremisi, il Moulin Rouge è stato notoriamente il primo stabilimento di gioco d’azzardo desegregato in un’epoca in cui ai neri era vietato l’accesso ai casinò.

Pionieri razziali

Potrebbe non essere stato aperto a lungo, ma il Moulin Rouge Casino di Las Vegas ha avuto un impatto indelebile sulla città e sul suo movimento per i diritti civili. Definito il “primo grande hotel interrazziale” del paese quando è stato aperto nel maggio del 1955, era sostenuto da un gruppo eterogeneo di investitori che erano stufi dell’establishment razzista, tra cui la leggenda del pugilato Joe Louis.

L’hotel dichiarò bancarotta appena sei mesi dopo, ma la sua influenza non finì qui. Il Moulin Rouge è stato il luogo di un teso incontro tra attivisti per i diritti civili e funzionari statali nel 1960. I manifestanti stavano pianificando una marcia di protesta contro la discriminazione razziale nei resort di Las Vegas, ma l’incontro ha contribuito a convincere i proprietari di hotel a integrare finalmente le loro proprietà, e la marcia è stato cancellato.

Il Moulin Rouge ha subito diversi incendi successivi, che alla fine hanno costretto la città a dichiarare gli edifici un pericolo e a demolirli.

Speranza per il futuro

Il fatto che i tre famigerati pilastri rossi, insieme alla fondazione originale, rimangano è un segno che l’eredità del Moulin Rouge Casino potrebbe non essere finita, secondo il Las Vegas Review Journal.

“L’idea è di preservarli in modo che una riqualificazione possa incorporarli nel design. Questo è l’intero scopo dietro la loro presenza”. – Kevin Hanchett, curatore fallimentare del Moulin Rouge.

Numerosi tentativi di riqualificazione sono falliti nel corso degli anni e, sebbene non ci siano garanzie per il futuro, il permesso di gioco di un giorno approvato questa settimana manterrebbe viva la possibilità di un futuro casinò sul sito. La concessione di un giorno – l’ottava approvata per il Moulin Rouge dal 2004 – è diventata una pratica comune per le strutture di gioco temporaneamente chiuse.

La licenza è stata assegnata a Century Gaming Technologies. Darebbe loro il permesso di parcheggiare un rimorchio con 16 slot machine sul sito e il pubblico potrebbe giocare nel rimorchio tra le 6:2 e le 29:XNUMX del XNUMX maggio.

Sebbene non siano previsti problemi, la Nevada Gaming Commission deve ancora approvare il piano prima di ottenere il via ufficiale. È previsto per il 17 maggio. Anche il Consiglio di Las Vegas dovrebbe rivedere la licenza.