Il gigante finanziario giapponese Nomura osserva il potenziale del casinò di Yokohama

Il gigante bancario giapponese Nomura ha dichiarato questa settimana che le città di Osaka e Yokohama sono le destinazioni “principali” per i nuovi casinò previsti nel paese.

Nomura è particolarmente interessata al potenziale di Yokohama, dove sta costruendo un terminal per navi passeggeri, completo di centro commerciale e hotel, attraverso una partnership pubblico-privata denominata “Yokohama Pier9”.

Il legislatore giapponese, noto come Dieta, ha approvato il disegno di legge sulla promozione dei resort integrati alla fine del 2016, aprendo la strada alla creazione di resort di casinò su larga scala. Il disegno di legge ha dato al governo un termine di 12 mesi per preparare un quadro normativo, stabilire i requisiti di licenza e introdurre misure per proteggere i giocatori problematici. I legislatori hanno anche il compito di stabilire quante licenze creare.

Ma la decisione del primo ministro Shinzo Abe di indire elezioni improvvise e anticipate ritarderà di mesi il processo di regolamentazione e il numero di casinò che saranno consentiti è ancora sconosciuto.

Yokohama Pier9

Il gruppo ha affermato che lo sviluppo lo metterebbe in una posizione forte per collaborare con uno sviluppatore di casinò internazionale su un progetto futuro a Yokohama.

Una cosa su cui i legislatori hanno concordato è che le società di casinò straniere che desiderano costruire in Giappone dovranno collaborare con società nazionali come una società mista.

“Pensiamo che Nomura Real Estate Development, costruendo solide relazioni con aziende di vendita al dettaglio, magazzinaggio e portuali a Yokohama, potrebbe essere una base per partecipare a progetti di resort integrati a Yokohama in futuro”, hanno scritto gli analisti di Nomura Daisuke Fukushima e Kentaro Maekawa in una nota.

Yokohama Pier9 sarà composto da cinque piani pieni di strutture di intrattenimento, vendita al dettaglio e ristoranti e l’apertura è prevista per la primavera del 2019. Il progetto prevede di beneficiare del boom delle navi da crociera tra i turisti cinesi, un mercato chiave per un futuro settore dei casinò giapponesi .

L’analista Sanford Bernstein ha recentemente riferito che il Giappone è la destinazione crocieristica cinese più popolare, con gli incrociatori che ora rappresentano uno su sette di tutti i visitatori cinesi nel paese.

Il sogno del casinò di Osaka 

Osaka, nel frattempo, è l’unica città finora che ha dichiarato apertamente il suo desiderio di ospitare un casinò. Vuole collaborare con uno sviluppatore internazionale per costruire un resort integrato su Yumeshima, un’isola di discarica bonificata nella baia di Osaka.

Ma prima, la città dovrebbe estendere il suo sistema di metropolitana all’isola, e
operazione che costerebbe circa 600 milioni di dollari e al momento non è chiaro chi lo farà
ritira questa fattura. 

Il Giappone ha il potenziale per essere il secondo mercato di gioco d’azzardo più grande al mondo, dopo Macao, e ci sono state chiamate per creare una “Striscia di Osaka”, che rispecchia Cotai e Las Vegas. Ma ci sono indicazioni che i politici del Paese potrebbero adottare un approccio più conservatore, adottando regole rigide che porterebbero a un mercato più modesto.