Il disegno di legge dello Stato di New York istituisce una task force per le scommesse sportive, l’Empire State adotta un approccio lento e costante al possibile ribaltamento della PASPA

Un disegno di legge presentato martedì all’Assemblea dello Stato di New York propone la formazione di una task force legislativa speciale per sviluppare regolamenti per le scommesse sportive nel caso in cui la Corte Suprema degli Stati Uniti decidesse di eliminare la legge federale (PASPA) che lo vieta.

L’A10322 del membro dell’Assemblea di New York Clyde Vanel creerebbe una squadra di dieci persone provenienti dalla legislatura e dalla Commissione per il gioco dello Stato di New York per creare un quadro normativo per un futuro mercato delle scommesse.

Secondo il disegno di legge, gli obiettivi della task force sarebbero “raccomandare politiche e procedure da promulgare nei regolamenti dalla commissione per il gioco dello stato di New York e dalle sue divisioni per garantire scommesse sportive online responsabili in tutte le strutture autorizzate o autorizzate da tale commissione o divisioni. “

Inoltre, “raccomanderebbe una struttura mediante la quale tutte le norme sulle scommesse sportive online promulgate dalla commissione o dalle sue divisioni devono essere applicate, incluse ma non limitate alle sanzioni per le violazioni degli standard normativi e alle azioni correttive”.

Vanel misura forze azione lenta

Mentre la frase “task force per le scommesse sportive” potrebbe sembrare dinamica e suggerire che New York stia iniettando urgenza nella spinta legislativa per le scommesse sportive, A10322 in effetti raccomanda un approccio molto cauto.

Ma, con una probabile decisione SCOTUS positiva attesa da un giorno all’altro, la task force di Vanel sarebbe incaricata di presentare una relazione al governatore, al presidente dell’Assemblea e al presidente provvisorio del Senato in una data “non oltre il 31 dicembre 2019”.

Bonacic Bill Un compromesso promettente

Piuttosto che legalizzare le scommesse sportive, Vanel propone a New York di dedicare 18 mesi a studiarle prima di elaborare un nuovo disegno di legge basato sulle raccomandazioni della task force che potrebbe o meno legalizzarlo. A quel ritmo, è improbabile che i primi libri sportivi di New York siano operativi prima del 2021.

Nel frattempo, lo stato ha diversi progetti di legge che potrebbero portare a termine il lavoro più rapidamente, incluso uno del senatore John Bonacic che è già stato approvato dal comitato. Questo disegno di legge include un compromesso sulla controversa “tassa di integrità” dell’20% richiesta dalle leghe su tutte le scommesse prese, che si traduce in una tassa dal 25 al XNUMX% sulle entrate lorde di gioco.

Il disegno di legge di Bonacic suggerisce invece una commissione di integrità dello 25%, limitata al 2% delle entrate lorde di gioco, che può essere appetibile sia per le leghe che per le parti interessate e quindi potrebbe essere una legislazione praticabile a New York e un possibile modello anche per altri stati.