Il Casinò Talking Stick dell’Arizona riapre, una lunga chiusura è seguita da un massiccio monsone estivo

Il Casinò Talking Stick di Scottsdale, in Arizona, è di nuovo aperto, dopo alcune settimane traumatiche seguite da un mostro monsone estivo che ha colpito la proprietà.

Talking Stick ha finalmente riaperto i battenti lunedì dopo una chiusura di 46 giorni causata da un monsone del 10 agosto che ha colpito Scottsdale come una tonnellata di mattoni. La tempesta ha causato l’allagamento del seminterrato e l’interruzione della corrente nel resort, portando all’evacuazione di circa 600 giocatori, dipendenti e ospiti dell’hotel nelle prime ore del mattino dell’11 agosto.

La gravità del danno della tempesta non è stata immediatamente realizzata e il casinò ha dovuto rimandare la data di riapertura più di una volta.

“Sono state effettuate le riparazioni necessarie per ripristinare l’impianto elettrico della proprietà e altre aree… abbiamo deciso subito di riaprire la proprietà solo dopo aver assicurato che i lavori di qualità fossero stati completati, verificati e autorizzati dalle agenzie di qualità”, ha affermato Crystal Banuelos, presidente del Salt Consiglio di amministrazione di River Community Gaming Enterprises, in un post su Facebook del 17 settembre.

Il casinò è di proprietà e gestito dalla comunità indiana Salt River Pima-Maricopa.

Preso alla sprovvista?

L’impatto del monsone di agosto a Scottsdale potrebbe aver colto di sorpresa i funzionari e gli ingegneri del casinò.

I dirigenti di Talking Stick inizialmente speravano che la chiusura durasse solo pochi giorni e puntava al 14 agosto come data iniziale, ma è stata rinviata al 19 agosto, e poi di nuovo a tempo indeterminato.

“Le valutazioni quotidiane hanno rivelato che è necessario più tempo per completare le riparazioni dei danni provocati dalla tempesta e per sostituire l’attrezzatura necessaria per garantire che la proprietà sia all’altezza del più alto livello di standard a cui i nostri ospiti si sono abituati”, ha affermato il casinò in una dichiarazione del 17 agosto. annunciando ulteriori ritardi.

Inoltre, l’evacuazione ha lasciato alcuni giocatori a chiedersi come e se avrebbero riavuto i soldi con cui stavano scommettendo quando è stata ordinata l’evacuazione. Sia i funzionari di gioco del casinò che quelli dell’Arizona hanno risposto dicendo ai clienti che avrebbero effettivamente riavuto i loro soldi.

Lezioni da apprendere

Comparativamente parlando, il tifone Mangkhut – che ha colpito Macao all’inizio di questo mese come una delle più grandi tempeste che ha colpito l’area in un decennio, portando il livello di allerta più alto della Cina – ha chiuso i casinò di Macao per appena 33 ore.

La chiusura a breve termine dell’industria dei casinò di Macao, nonostante la gravità di Mangkhut, è in gran parte dovuta alla risposta del governo di Macao al tifone Hato della scorsa estate, che ha causato la morte di 16 persone e decine di lavoratori dei casinò di Macao in pericolo e ha portato alle proteste dei lavoratori dei casinò.

Pochi giorni prima che Mangkhut arrivasse quest’anno, all’autorità di regolamentazione del gioco di Macao è stato dato il potere di chiudere le operazioni dei casinò nell’area in caso di “circostanze eccezionali” in una riunione che ha anticipato l’arrivo della tempesta.

La pianificazione preliminare comprendeva:

  • apertura di garage di livello superiore
  • consentire alle persone di spostare i veicoli su un terreno più alto
  • cessazione preventiva delle forniture elettriche vulnerabili, da ripristinare solo quando il rischio di danni causati dall’acqua si è attenuato
  • maggiore consapevolezza pubblica e piani di evacuazione meglio coordinati, secondo l’ South China Morning Post.

Se un altro monsone colpisce l’Arizona, il direttore delle pubbliche relazioni del casinò ha affermato che Talking Stick sarà più preparato a gestire qualsiasi potenziale danno possa derivarne.

“Gli incontri si stanno svolgendo e gli ingegneri stanno guardando questo e sarà risolto, sicuramente”, Lo ha detto Ramon Martinez, secondo il notiziario ABC 15 dell’Arizona.

Lascia un commento