Il capo del regolatore del gioco del Nevada Sandra Morgan è ancora ottimista sul gioco basato sulle abilità, afferma che l’agenzia esaminerà l’opinione del Wire Act del 2019 XNUMX

Le macchine da gioco basate sull’abilità sono state lente ad accettare i casinò in tutto il paese, ma il principale regolatore del Nevada, Sandra Morgan, rimane ottimista.

Morgan – che è diventata ufficialmente presidente del Nevada Gaming Control Board (NGCB) alla fine del mese scorso, la seconda donna a supervisionare l’agenzia – ha fatto i suoi commenti sul futuro della tecnologia di gioco in un evento della serie UNLV Gaming and Hospitality Education.

Le macchine basate sull’abilità combinano elementi di attitudine con la possibilità e sono orientate verso i millennial.

Le slot machine basate sull’abilità non hanno guadagnato una popolarità significativa nei casinò, ma ci sono ancora innovatori che sviluppano questi tipi di giochi per ottenere una migliore trazione con una fascia demografica più giovane”, ha affermato Morgan, come riportato dal Las Vegas Review-Journal.

Numerosi studi hanno concluso che i millennial sono molto meno attratti dalle slot machine tradizionali rispetto alle generazioni più anziane. Di conseguenza, i casinò e i produttori di giochi hanno cercato di sviluppare il gioco del futuro che attirerà i più giovani.

Buzz Hangover

Le innovazioni di gioco basate sulle abilità sono state tutto il clamore nel settore negli ultimi due anni, ma si sono raffreddate nel 2018 dopo che i casinò hanno scoperto che i terminali non generavano entrate sufficienti per giustificare il loro spazio. Melissa Price, Senior VP of Product Strategy di Caesars Entertainment, ha ammesso che posizionare tali dispositivi all’interno di vari casinò “è stata una grande esperienza di apprendimento per tutti noi”.

Gamblit, uno dei principali innovatori di giochi basati sulle abilità, ha annunciato licenziamenti questo mese presso la sua sede in California.

GameCo, uno dei principali concorrenti di Gamblit, è stato recentemente raccomandato da NGCB per la licenza. Morgan, tuttavia, afferma che c’è stato un interesse minimo da parte dei casinò nell’ottenere permessi per incorporare i terminali basati sulle abilità.

Interpretazione della legge sui cavi

Morgan ha detto allo stesso evento UNLV che il NGCB sta rivedendo il nuovo parere sul Wire Act dal Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

L’assistente procuratore generale dell’Ufficio del Dipartimento di Giustizia del Dipartimento di Giustizia Steven Engel ha annullato un parere dell’agenzia del 2011 sulla legge federale che concludeva che il Wire Act vietava le trasmissioni di scommesse interstatali relative solo alle scommesse sportive. Ora, la posizione del Dipartimento di Giustizia sullo statuto del 1961 è che si applica a tutte le forme di gioco d’azzardo.

L’ultima opinione minaccia il gioco d’azzardo online nei quattro stati in cui tali leggi sono state approvate, così come le lotterie su Internet e i formati multistato come Powerball e Mega Millions. “Stiamo ancora esaminando il memorandum e valutando potenziali opzioni”, ha detto Morgan ai partecipanti.

Diversi procuratori generali dello stato e associazioni della lotteria chiedono al DOJ di riconsiderare l’opinione del Wire Act del 2019. Ma l’uomo che stanno facendo una petizione – il vice procuratore generale del DOJ Rod Rosenstein – dovrebbe annunciare presto le sue dimissioni.

Rosenstein è accusato di essersi offerto di registrare segretamente le sue conversazioni private con il presidente Donald Trump per portare al suo impeachment. Il funzionario del DOJ nega le accuse.

Lascia un commento