I funzionari della prefettura di Osaka affermano che gli operatori IR interessati avranno bisogno di $ 8.5 miliardi

I funzionari della prefettura di Osaka e della capitale affermano che gli operatori di casinò interessati che sperano di fare un’offerta con la regione per una delle tre licenze federali integrate (IR) avranno bisogno di un investimento di capitale di $ 8.5 miliardi.

Il “Piano sui fondamentali dell’IR di Osaka”, pubblicato questa settimana dal governo locale, fornisce dettagli specifici su ciò che cerca precisamente la prefettura urbana.

Il governo federale giapponese sta mettendo a punto i regolamenti che supervisioneranno l’imminente industria del gioco commerciale del paese.

Un’ordinanza per lo sviluppo e la promozione dell’IR emessa all’inizio di questo mese ha affermato che ciascuno dei tre resort dovrà misurare un minimo di un milione di piedi quadrati. Il decreto impone inoltre che la dimensione totale della sala di gioco non superi il tre per cento del resort totale. Ciò significa che il casinò di Osaka misurerebbe circa 96,000 piedi quadrati.

8.5 miliardi di dollari? Nessun problema

Il processo di licenza IR giapponese è duplice. In primo luogo, gli operatori di casinò e le società giapponesi con prefetture interessate congiuntamente. Una volta che la giurisdizione seleziona una proposta vincente, la prefettura e il casinò faranno una petizione al governo federale per ottenere la licenza.

Ci si aspetta che cinque dei sei operatori di casinò autorizzati di Macao – Las Vegas Sands, MGM, Wynn, Melco e Galaxy Entertainment – ​​facciano un’offerta. E le società di gioco più ricche del mondo hanno espresso cifre elevate su quanto sono disposte a spendere per entrare in Giappone.

I numeri iniziali di Sands e MGM erano fino a $ 10 miliardi. Il CEO di Melco Lawrence Ho ha affermato che non ci sarebbe stato alcun limite, poiché la sua azienda preferisce “non vincolare i nostri sogni con i cartellini dei prezzi”.

L’IR Fundamentals Plan di Osaka prevede che l’investimento ne varrà la pena. Lo schema prevede che il resort integrato avrà un fatturato annuo lordo di $ 4.4 miliardi, con circa l’80% proveniente dal piano del casinò.

La guida normativa della prefettura afferma inoltre che gli operatori dovranno offrire servizi di autoesclusione e collaborare con un ente terzo approvato per combattere il problema del gioco d’azzardo. Osaka afferma che verrà costruita anche una stazione di polizia adiacente al casinò, che servirà da ulteriore sicurezza alla sicurezza del resort.

Piano Wakayama

Solo tre delle 47 prefetture giapponesi hanno espresso pubblicamente il loro sostegno per l’accoglienza di un resort integrato. Wakayama e Nagasaki sono gli altri due.

A Wakayama, la prefettura sta cercando una società di consulenza “per offrire una conoscenza specialistica degli aspetti finanziari, di bilancio, legali e tecnici al fine di assistere questa prefettura nell’ottenere la certificazione dal governo centrale”. Wakayama ospiterà un evento IR alla fine di questo mese e diversi operatori di casinò, in particolare Galaxy Entertainment, dovrebbero partecipare.

Uno sponsor dell’evento è il Solaire Resort & Casino, di proprietà del governo delle Filippine attraverso la sua Philippine Gaming and Amusement Corporation.

Lascia un commento