I casinò del Maryland dicono ai legislatori di sostenere le scommesse sportive

A dicembre, la Corte Suprema degli Stati Uniti dovrebbe iniziare ad ascoltare la difficile situazione del New Jersey per abrogare la PASPA, la legge che vieta le scommesse sportive a livello federale.

Il risultato è che c’è una possibilità molto concreta che agli stati venga concesso il diritto di legalizzare le scommesse sportive all’interno dei propri confini.

I rappresentanti dei sei casinò del Maryland hanno affermato che i legislatori devono agire rapidamente sulla questione e li hanno esortati a introdurre una legislazione che autorizzi i casinò a lanciare rapidamente libri sportivi in ​​caso di decisione positiva della Corte Suprema.

Lento nell’assorbimento

Il Maryland è già in ritardo rispetto a nove stati che hanno colto l’occasione e hanno introdotto una legislazione sulle scommesse sportive.

Insieme a New Jersey, Connecticut e Mississippi hanno ora approvato tale legislazione.

Il pericolo è che i casinò del Maryland siano svantaggiati se non sono proattivi.

Il delegato Frank Turner (D-Howard County), il co-presidente della Camera del comitato, all’inizio non riusciva a capirlo.

“Se non ci muoviamo nel ’18, possiamo farlo nel ’20”, ha ragionato.

“Che lo facciamo o meno quest’anno o il prossimo anno, non credo che faccia molta differenza”, ha aggiunto, “Ci è stato detto che siamo entrati nel business dei casinò tardi, e forse l’abbiamo fatto, ma non Non credo che ci influenzi così tanto perché ora sta andando molto bene.

“Semplicemente non penso che sia un problema critico su cui dobbiamo agire molto rapidamente.”

Scoto Decisione attesa in primavera

Joe Weinberg, capo di Cordish Companies, l’operatore Maryland Live Casino & Hotel, lo ha rapidamente informato.

“È fondamentale essere in grado di rimanere in prima linea su ciò che sta accadendo a livello nazionale al fine di mantenere la nostra competitività, non solo all’interno dello stato, ma anche per affrontare i concorrenti negli stati circostanti”, ha affermato Weinberg. “Penso che se aspettiamo fino a quando non ci sarà una chiarezza del 100% a livello federale, saremo due o tre anni indietro rispetto agli stati circostanti”.

Se il legislatore dovesse prendere in considerazione tutto questo, qualsiasi legge sulle scommesse sportive che emerga richiederebbe un referendum pubblico per modificare la costituzione del Maryland, dopo che era stata ratificata da entrambe le camere e firmata dal governatore.

Tutto questo richiederebbe tempo. Nel frattempo, la Corte Suprema dovrebbe emettere una decisione in primavera, probabilmente dopo la fine legislativa del Maryland ad aprile.