Gli sviluppatori stanno abusando del programma di certificazione aziendale di Apple per pubblicare app porno e giochi d’azzardo

Gli sviluppatori di app stanno eludendo il rigoroso processo di approvazione di Apple utilizzando invece il programma Enterprise Certificate incentrato sui dipendenti per pubblicare pubblicamente le loro app pornografiche e di gioco d’azzardo.

Un rapporto di TechCrunch mostra che almeno due dozzine di app sono state in grado di abusare del programma di certificazione, consentendo agli sviluppatori di immettere sul mercato app che normalmente verrebbero rifiutate. 

Il programma Enterprise Certificate di Apple era inteso come una soluzione interna per le aziende, fornendo loro “tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a distribuire app proprietarie interne ai tuoi dipendenti”, secondo Apple.

Poiché le app pubblicate tramite il sistema Enterprise sono pensate solo per uso interno, devono affrontare molte meno restrizioni per la pubblicazione. Ma sembra che alcuni sviluppatori abbiano trovato un modo per sfruttare le procedure permissive per distribuire comunque le loro app illecite al pubblico in generale. 

L’indagine ha scoperto che 12 app porno e 12 di gioco d’azzardo sono state pubblicate e pronte per essere installate su qualsiasi iPhone standard senza jailbreak.

Prendendo spunto da Facebook e Google

Il rapporto segue un’altra bomba di TechCrunch la scorsa settimana, in cui ha rivelato che anche i giganti della tecnologia Facebook e Google hanno abusato del programma Enterprise, consentendogli di pubblicare app che normalmente verrebbero rifiutate da Apple.

Secondo quanto riferito, le app consentirebbero a Facebook e Google di curiosare in tutte le attività sul telefono di un utente, una pratica che Apple ha condannato in una dichiarazione.

“Facebook ha utilizzato la sua iscrizione per distribuire un’app per la raccolta di dati ai consumatori, il che è una chiara violazione del loro accordo con Apple”.

Da allora la società ha revocato le app Facebook e Google in questione, ma TechCrunch riporta che molte delle applicazioni di gioco d’azzardo sono ancora disponibili per il download pubblico, tra cui RD Poker e RiverPoker da Mohajer International Communications LLC, Live22 di Lucky 8 Technology Inc. e Dragon Gaming di CSL-Loma, tra gli altri.

Contraccolpo cinese

La notizia non andrà bene in Cina, dove i funzionari del governo sono già arrabbiati con Apple per non essere riuscita a tenere queste app piene di vicende lontane dal pubblico.

La scorsa estate, i media statali cinesi hanno criticato la società per aver consentito l’accesso all’app store di app di gioco illegale con il pretesto di giochi di lotteria online. 

Ciò ha portato Apple a rimuovere circa 25,000 app discutibili dall’app store cinese poche settimane dopo.

Per quanto riguarda l’ultima controversia, Apple non sta dicendo come sia successo ma promette di chiudere le cose.

“Gli sviluppatori che abusano dei nostri certificati aziendali violano l’Apple Developer Enterprise Program Agreement e i loro certificati verranno annullati”, legge una dichiarazione.

Lascia un commento