Gli scommettitori minorenni proliferano nei pub britannici, secondo una ricerca della UK Gambling Commission

Nel Regno Unito, c’è quasi il 90% di possibilità che tu possa entrare in un pub e trovare un giocatore minorenne. Questo è secondo un rapporto della UK Gambling Commission (UKGC) che mostra che la supervisione dei pub inglesi che offrono giochi è gravemente carente.

La Gambling Commission ha raggiunto la sua conclusione dopo aver esaminato le macchine da gioco di classe C in 61 località in tutto il paese da giugno 2018 con l’aiuto della polizia locale e delle autorità preposte al rilascio delle licenze.

Siamo estremamente preoccupati che i pub di tutta l’Inghilterra non riescano a impedire ai bambini di giocare a macchine da gioco progettate per gli adulti. Chiediamo urgentemente al settore dei pub di agire immediatamente per far rispettare le leggi in vigore per proteggere i bambini e i giovani “. ha affermato Helen Rhodes, Direttore del programma presso la Gambling Commission.

Le macchine da gioco di classe C hanno una puntata massima di £ 1 ($ 1.28).

Fallendo miseramente

Secondo i risultati di UKGC, solo l’11% dei pub ha impedito ai minori di 18 anni di giocare all’interno. La Commissione ha affermato che il tasso di fallimento dell’89 percento è “sufficientemente preoccupante”, soprattutto se confrontato con il tasso di fallimento del 15-30 percento di altri prodotti soggetti a limiti di età, come alcol e tabacco.

Il gioco all’interno dei pub britannici non è regolamentato dalla Commissione, ma dalle autorità locali preposte al rilascio delle licenze.

Watson ha aggiunto che la Commissione “non esiterà a modificare il Codice di condotta per le macchine da gioco nei club e nei pub se ciò si rivelerà necessario”.

Politica FOBT

Il gioco d’azzardo dei minorenni non è l’unica controversia che vortica intorno al mercato britannico delle scommesse in questi giorni.

La decisione di ritardare l’applicazione dei limiti sui terminali di scommesse a quota fissa (FOBT) nel paese ha diviso i politici anche all’interno del proprio partito. Secondo quanto riferito, i membri del Partito conservatore del paese hanno minacciato di abbandonare la nave, firmando una legislazione con i membri dei partiti di opposizione per costringere il Tesoro a far rispettare i limiti, decisi all’inizio di quest’anno, che ridurrebbero la scommessa massima dei FOBT da £ 100 a £ 2.

Il limite ai FOBT era originariamente previsto per entrare in vigore nell’aprile 2019. Quando il governo ha annunciato che avrebbe applicato i limiti nell’ottobre 2019, invece, sono seguite reazioni negative da parte dei critici che hanno affermato che il Dipartimento del Tesoro stava assecondando l’industria dei giochi, il che sarebbe stato in grado di per incassare circa 900 milioni di sterline (1.1 miliardi di dollari) con i sei mesi in più.

In risposta al ritardo del Tesoro, il ministro dello Sport britannico Tracey Crouch si è dimesso dal suo incarico.

“Due persone si toglieranno tragicamente la vita ogni giorno a causa di problemi legati al gioco d’azzardo e per questo motivo credo che questo ritardo sia ingiustificabile tanto quanto qualsiasi altro”, ha scritto Crouch nella sua lettera di dimissioni.

A quanto pare, la protesta ha funzionato. Giovedì, il governo britannico ha annunciato che i limiti saranno effettivamente imposti dall’obiettivo originariamente previsto per aprile.

Sempre giovedì, lo stesso giorno in cui l’UKGC ha riportato le sue scoperte sul gioco d’azzardo dilagante tra minorenni all’interno dei pub britannici, sito di notizie britannico Il Sole ha riferito che un uomo di 37 anni è stato trovato impiccato all’interno della propria casa da suo fratello dopo aver perso £ 25,000 ($ 31,940) all’Aspers Casino nell’East London.

Lascia un commento