Gli operatori di Denver Skill Games affrontano centinaia di accuse per gioco d’azzardo illegale

Tre persone stanno affrontando centinaia di accuse dall’ufficio del procuratore distrettuale di Denver in relazione a quelle che secondo i funzionari erano attività di gioco illegali nelle cosiddette operazioni di giochi di abilità.

Le tre persone che sono state accusate includono Bagrat Garamov, sua moglie Tammy Garamova e il loro socio in affari, Eduard Gugulyan. I tre sono accusati di gestire operazioni di gioco illegali attraverso le loro attività, note come American Pride Skill Games, El Dorado Skill Games e La Fortuna.

L’indagine è iniziata l’anno scorso

In totale, i tre individui stanno affrontando 430 accuse. Le accuse includono molteplici conteggi di coinvolgimento in giochi d’azzardo professionali, possesso di dispositivi di gioco d’azzardo, mantenimento di locali per il gioco d’azzardo, spedizione/fatturazione di slot machine e atti fraudolenti di gioco limitato.

Queste attività sono state oggetto di controversie nell’area di Denver per qualche tempo. I media locali come KDVR Volpe 31 hanno esaminato le operazioni almeno da maggio 2017, scoprendo che mentre gli operatori affermavano di eseguire giochi di divertimento come quelli trovati in un Dave and Buster’s, queste macchine offrivano pagamenti in contanti e sembravano molto più simili alle slot machine. Nello stesso mese, la polizia ha anche avviato un’indagine sotto copertura sulle attività commerciali.

Giochi di abilità legali? Proprietari, DA non sono d’accordo

I proprietari insistevano sul fatto che si trattasse di giochi di abilità, poiché le funzionalità di spinta significavano che i giocatori migliori avrebbero avuto maggiori possibilità di vincere. Gli operatori hanno anche sostenuto che secondo la legge attuale, le loro attività sono legali e che il fatto che i legislatori stiano cercando di approvare un disegno di legge per bandire specificamente ciò che stanno facendo lo dimostra.

“Perché stiamo cercando di creare una nuova legge se i giochi sono già illegali?” ha chiesto Garamova, che è anche presidente della Colorado Skill Games and Entertainment Association (CSGEA). “Queste idee sono contrastanti”.

Ma i funzionari delle forze dell’ordine del Colorado erano chiaramente in disaccordo con questa valutazione, arrestando i tre imprenditori il 27 marzo. Gli agenti avevano precedentemente fatto irruzione nelle attività a partire dallo scorso luglio, sequestrando centinaia di macchine da gioco nel processo.

“Né le aziende né i loro comproprietari sono autorizzati a possedere slot machine o a gestire stabilimenti di gioco dalla Colorado Division of Gaming”, ha affermato il procuratore distrettuale della contea di Denver in una nota. “Il gioco d’azzardo è legale solo in Colorado in circostanze e luoghi limitati che non si applicano alle presunte attività di gioco illegali di cui sopra”.

Gugulyan ha fatto la sua prima apparizione in tribunale giovedì e dovrebbe comparire di nuovo il 14 maggio. I Garamov avrebbero dovuto fare la loro prima apparizione in tribunale il 13 aprile.

Secondo un rapporto di KDVR, Garamov – che sta affrontando 198 accuse penali – ha già affrontato accuse in relazione al traffico di alieni, sebbene tali accuse siano state archiviate dopo che un coimputato è stato condannato per capi simili. Garamov ha anche una precedente condanna nella contea di Arapahoe dal 2000 per molestie.

Tammy Garamov deve affrontare 172 accuse derivanti dalle operazioni di giochi di abilità, mentre Gugulyan deve affrontare 60 conteggi.