Gli Oakland Raiders superano le probabilità di raggiungere i playoff, Davis rimane impegnato a Las Vegas

Gli Oakland Raiders sono diretti ai playoff della NFL dopo 14 anni di siccità. Domenica, il nero e argento ha sopravvissuto al nemico divisionale di San Diego 19-16 per aggiudicarsi un posto ai playoff.

A 11-3, i Raiders giocheranno giochi extra per la prima volta dal 2002, uno sviluppo scioccante per una squadra che si dice stia cercando di lasciare la città a Las Vegas.

Dopo aver fatto 4-12 nel 2013 e 3-13 nel 2014, i Raiders hanno raddrizzato la nave nel 2015 girando intorno al loro gioco e terminando l’anno 7-9. Con una forte offseason free agency, c’era un certo ottimismo giustificato verso la stagione regolare di quest’anno.

Tuttavia, le probabilità che Oakland raggiunga la postseason sono rimaste relativamente scarse.

Prima della prima settimana, il Westgate SuperBook aveva i Raiders a +350 per vincere l’AFC West. I Denver Broncos (+125), gli attuali campioni in carica del Super Bowl e i Kansas City Chiefs (+150) sono entrati con probabilità molto più alte di vincere la divisione.

Ma i Raiders ora controllano il loro destino dell’AFC West. Vinci le ultime due partite e la divisione è loro.

In ogni caso, andranno ai playoff. Il quarterback Derek Carr, che ha contribuito a guidare la rinascita dei Raiders, ha dichiarato dopo la vittoria di domenica: “Ero molto emozionato, molto gioioso, guardandomi intorno allo stadio e vedendo i nostri fan impazzire”.

Davis vuole vincere?

Il proprietario dei Raiders Mark Davis sta attualmente lavorando diligentemente per trasferire il suo franchise a Las Vegas. Sebbene non possa presentare documenti per il trasferimento fino a gennaio, e se una mossa viene approvata probabilmente non avverrà prima del 2019, non è chiaro se i nuovi modi vincenti dei Raiders siano positivi per la leadership dell’organizzazione.

Davis ha lavorato con il CEO di Las Vegas Sands Sheldon Adelson per acquisire finanziamenti per costruire uno stadio da 1.9 miliardi di dollari a pochi passi dalla Strip. Il Nevada sta impegnando $ 750 milioni in tasse di occupazione degli hotel per complimentarsi con $ 500 milioni dai Raiders e $ 650 milioni dal miliardario del casinò.

Ironia della sorte, la squadra che i Raiders hanno battuto per raggiungere i playoff, i Chargers, sono anche in trattative per lasciare la loro città ospitante. Si prevede che il franchise si unirà ai Rams a Los Angeles in questa offseason.

Con così tanto entusiasmo a Oakland, spostare la squadra a Las Vegas potrebbe essere una vendita difficile per Davis. Avrebbe bisogno di 24 dei 32 proprietari della lega per approvare il trasferimento.

Nessuna buona notizia

A causa delle scommesse sportive legalizzate di Las Vegas, il commissario della NFL Roger Goodell ha sostenuto il mantenimento dei Raiders nella Bay Area. Quel sentimento sembra crescere tra gli appassionati di calcio.

Il sindaco di Oakland Libby Schaaf (D) sta lavorando con un gruppo di investitori privati ​​che include l’ex stella della NFL Ronnie Lott per costruire un nuovo stadio per i Raiders. Goodell dice che nessuno dovrebbe sperare in qualcosa.

“Questi problemi vanno avanti da molto tempo”, ha detto Goodell ai giornalisti dopo un incontro dei proprietari della NFL la scorsa settimana. “Alla fine spetta alla comunità decidere.”

Secondo le regole della NFL, i proprietari di casinò non possono anche possedere azioni di franchising NFL. Di recente si è ipotizzato che la collusione di Davis e Adelson sia un modo intelligente per quest’ultimo di raccogliere i benefici del calcio professionistico a Sin City.

I colleghi di Adelson al casinò, tuttavia, affermano che la missione non è finanziaria ma filantropica. Il CEO di MGM Jim Murren ha recentemente affermato che nessun uomo d’affari sano finanzierebbe privatamente un luogo così colossale e che lo stadio da $ 1.9 miliardi è semplicemente un progetto legacy per il magnate di Las Vegas Sands.