Gli esperti dicono che la legge di Macao ha bisogno di aggiornamenti per concedere più licenze di gioco Gaming

Secondo gli esperti citati in un rapporto di GGRAsia, potrebbe essere necessario aggiornare le leggi sul gioco della città per sostenere la continua crescita del mercato. C’è un consenso tra gli esperti che la legge attuale deve essere aggiornata per includere licenze aggiuntive che fornirebbero concessioni agli operatori che attualmente non si qualificano ai sensi della legge di Macao.

Il problema principale è il fatto che tre dei sei attuali operatori nella mecca del gioco non hanno effettivamente le proprie concessioni, poiché l’attuale legge sul gioco di Macao consente solo un massimo di tre.

Una delle maggiori domande che i funzionari di Macao devono affrontare mentre ci avviciniamo al periodo di scadenza per l’attuale ciclo di licenze dei casinò, è se vorrebbero consentire a più di sei operatori di ricevere concessioni nel territorio.

Le subconcessioni dovrebbero essere terminate, dicono gli avvocati

Al momento, solo Galaxy Entertainment, SJM Holdings e Wynn Macau hanno i diritti diretti per gestire un casinò nel territorio. Nel frattempo, Sands China, MGM China e Melco Resorts operano tramite subconcessioni gestite da società costituite a livello locale.

“La legge attuale deve essere modificata per accogliere almeno sei concessionari e/o eventualmente estendere il numero a sette o otto”, ha detto l’avvocato di gioco con sede a Macao Sergio de Almeida Correia GGRAsia.

A lungo termine, sembra probabile che anche gli stessi operatori di casinò vorrebbero porre fine all’idea delle subconcessioni. Sebbene i problemi con il sistema siano improbabili, è comunque vero che la sub-concessione non è legalmente indipendente dalla licenza di gioco da cui è stata scorporata.

I funzionari di Macao hanno essenzialmente trattato queste licenze come completamente indipendenti l’una dall’altra, l’avvocato Bruno Beato Ascencao ha detto a GGRAsia che fare questa distinzione “legalmente non ha alcun senso”. Senza alcun reale vantaggio per il sistema di subconcessione, gli esperti sembravano concordare sulla necessità di un aggiornamento.

Dovrebbero diventare disponibili più licenze?

Il tempo stringe perché i funzionari di Macao inizino a delineare le loro aspettative e il processo per richiedere nuove licenze. La concessione utilizzata da SJM Holdings e MGM China scadrà nel 2020, mentre le altre dovrebbero durare solo fino al 2022.

Il CEO di Melco Resorts, Lawrence Ho, è stato tra coloro che hanno sostenuto di mantenere il numero di operatori approvati a sei. A marzo, Ho ha detto a GGRAsia che non credeva che l’aggiunta di ulteriori concessioni avrebbe aiutato a raggiungere gli obiettivi dichiarati dal governo.

“Penso che dipenda da ciò che vuole il governo cinese”, ha detto Ho. “Vogliono una maggiore crescita nel non gioco piuttosto che nei giochi, quindi non ha molto senso avere più licenze”.

Ma alcuni hanno sostenuto che offrire più concessioni potrebbe essere intelligente anche se il numero complessivo di casinò non aumenta drasticamente. Ad esempio, Chan Meng Kam, presidente di Golden Dragon, ha rilasciato commenti a GGRAsia a marzo suggerendo che le aziende locali come la sua dovrebbero essere in grado di richiedere le licenze. Al momento, Chan gestisce tre casinò satellite basati su accordi di servizio con SJM e Melco.

Correia ha detto a GGRAsia che lo stato sia dei casinò satellite che delle sub-concessioni potrebbe essere chiarito estendendo il numero di licenze disponibili.

“Se è interesse del governo di Macao mantenere quegli individui/aziende nel mercato dei giochi, allora il numero di licenze deve essere aumentato”, ha detto Correia. “Ma prima il governo di Macao deve chiarire quante licenze è disposto a concedere”.

Lascia un commento