Gli analisti dicono che i resort MGM beneficiano di tariffe più elevate per le camere della Strip di Las Vegas Vegas

Gli analisti di JPMorgan e Credit Suisse affermano che MGM Resorts sta beneficiando nel 2019 di tariffe più elevate in diverse proprietà della Strip di Las Vegas.

Le due società di servizi finanziari affermano in una nota pubblicata lunedì che le tariffe delle camere per l’operatore di casinò sono tra il 13% e il 20% in più nel primo trimestre del 2019 rispetto all’anno precedente.

Con il ritorno delle visite ai livelli precedenti le riprese e il completamento della ristrutturazione da $ 550 milioni della MGM, gli affari sono di nuovo buoni per il più grande datore di lavoro del Nevada. JPMorgan e Credit Suisse aggiungono che anche l’aumento della partecipazione alla convention a Mandalay Bay sta facendo aumentare i tassi.

Chiamata agli utili

MGM Resorts terrà la sua chiamata sugli utili per l’intero anno 2018 con investitori e analisti il ​​13 febbraio alle 5:00 ET. Zacks Investment Research prevede che i guadagni si aggireranno tra $ 1.08 e $ 1.12 per azione.

MGM ha annunciato il suo “Piano 2020” il mese scorso. La società ha rivelato che ridurrà la sua forza lavoro totale del 12% nei prossimi 2,100 mesi, ovvero circa 300 posizioni. L’obiettivo è aumentare gli utili rettificati annuali prima di interessi, imposte, deprezzamento e ammortamento (EBITDA) di XNUMX milioni di dollari.

Analisti e investitori hanno reagito positivamente al piano.

MGM Resorts … è ben disposto a crescere grazie all’elevata consapevolezza del marchio”, ha affermato una recente nota di Zacks. “Il modello di business superiore dell’azienda, le ampie opportunità di guadagno non legate ai giochi, le risorse di alta qualità e le interessanti posizioni delle proprietà sono i principali fattori di crescita”.

L’amministratore delegato di MGM Jim Murren ha annunciato il mese scorso la formazione di un comitato ad hoc che esaminerà le partecipazioni immobiliari della società e la struttura del fondo di investimento immobiliare (REIT).

Guadagni dei concorrenti

Finora i rapporti sui guadagni del 2018 per gli operatori di casinò sono stati contrastanti.

Las Vegas Sands ha registrato una perdita netta di $ 170 milioni nel quarto trimestre, principalmente a causa di “voci fiscali non ricorrenti e non monetarie dovute all’attuazione della riforma fiscale degli Stati Uniti”. L’impero dei casinò più ricco del mondo ha dichiarato che le entrate dell’intero anno sono state di oltre $ 13.7 miliardi, con un utile netto di $ 2.41 miliardi.

Wynn Resorts ha deluso le aspettative degli analisti negli ultimi tre mesi del 2018, poiché l’utile netto per azione rettificato è stato di $ 1.06, molto al di sotto del previsto $ 1.36. Le entrate per l’intero anno sono state pari a $ 6.72 miliardi e l’utile netto è stato di $ 584.2 milioni.

Penn National ha forse fornito ai suoi azionisti la notizia migliore. L’operatore di casinò regionale ha registrato dati finanziari record, principalmente grazie alla sua acquisizione da 2.4 miliardi di dollari di Pinnacle Entertainment nel 2018.

Penn National è emerso come uno degli operatori di casinò statunitensi più dominanti. La società con sede in Pennsylvania ora ha 41 proprietà di casinò in 20 stati, che ospitano collettivamente 53,500 slot machine, 1,300 giochi da tavolo e circa 8,300 camere d’albergo.

Lascia un commento