DraftKings, Fan Duel si accorda con il Massachusetts per $ 2.6 milioni per violazioni misteriose

FanDuel e DraftKings con sede a Boston pagheranno $ 1.3 milioni ciascuno per risolvere violazioni storiche non specificate di “problemi dei consumatori” in Massachusetts.

La risoluzione arriva dopo un’indagine del procuratore generale del Massachusetts Maura Healey sulle pratiche dei consumatori di entrambe le società “nelle prime fasi di questa nuova industria”, secondo una dichiarazione rilasciata giovedì dall’ufficio dell’AG.

Ma la dichiarazione di Healey ha rifiutato di approfondire la natura delle infrazioni.

“Sia DraftKings che FanDuel hanno collaborato durante l’indagine e hanno apportato modifiche significative ai loro modelli di business per proteggere i consumatori rispetto all’equità del gioco, alla protezione dei minori, ai requisiti di gioco responsabile, all’equità nella pubblicità e alla sicurezza di dati e fondi”, ha affermato Healey. “Ogni azienda dichiara di essere ora nel pieno rispetto dei requisiti normativi applicabili”.

Healey ha guardato favorevolmente a DFS in passato e ha elaborato il quadro informale delle normative e delle tutele dei consumatori che attualmente governano l’industria DFS in Massachusetts. La Camera di Stato ha approvato un disegno di legge all’inizio di agosto che fornirà una serie di regolamenti più permanenti.

Errori di marketing in altri Stati

Le incertezze legali che circondano DFS hanno sempre fatto parte del gioco dei loro fornitori. Ed è possibile che ciò che è successo in Massachusetts possa essere indicativo di future battaglie su più forme di conformità aziendale.

All’inizio del 2015, il procuratore generale di New York Eric Schneiderman ha minacciato i due colossi del settore DFS con miliardi di dollari di multe per quelli che ha definito “atti fraudolenti ripetuti e persistenti” nella loro pubblicità, prima di raggiungere un accordo simile a quello che il Massachusetts ha appena accettato.

Dopo che New York ha regolamentato il DFS, DraftKings e FanDuel si sono accordati con l’ufficio di Schneiderman per $ 12 milioni per i misfatti di marketing del passato.

Mentalità newyorkese

New York ha legalizzato il DFS nell’agosto 2016 e ha subito dovuto affrontare una causa da parte di gruppi anti-gioco che sostenevano che la legislazione fosse incostituzionale. La loro tesi era che tutta l’espansione del gioco d’azzardo nello stato doveva passare attraverso un referendum pubblico.

Lo stato ha sostenuto, tuttavia, che i concorsi DFS non sono giochi d’azzardo ma in effetti giochi di abilità, e quindi non sono classificati come giochi d’azzardo ai sensi della legge statale.

Ma la scorsa settimana un giudice di Albany ha rifiutato di archiviare il caso per questi motivi, e ora spetterà ai tribunali decidere se la classificazione del DFS di New York come qualcosa di diverso dal gioco d’azzardo supererà l’esame giudiziario.

Questo processo richiederà del tempo e fino a quando non sarà risolto, DraftKings e FanDuel rimarranno su un terreno instabile a New York, ma comunque operativi.