Deadwood Casino fallisce due mesi dopo che Kevin Costner chiude Midnight Star

I casinò di Deadwood hanno avuto difficoltà negli ultimi anni poiché il numero di visite è diminuito nelle Black Hills del South Dakota. Altre cattive notizie sono arrivate la scorsa settimana con la rivelazione che il Celebrity Hotel and Casino è entrato nella protezione fallimentare del capitolo 11.

Situato direttamente di fronte al saloon in cui Wild Bill Hickok fu ucciso nel 1876 mentre giocava a poker, Celebrity dichiarò 6.37 milioni di dollari di attività nelle sue pratiche fallimentari, ma anche 6.37 milioni di dollari di passività e oltre 3.5 milioni di dollari dovuti su due prestiti bancari.

Il casinò e l’hotel a tema hollywoodiano sono di proprietà di una famiglia del Nebraska che non è stata raggiunta per un commento. Ma il direttore generale del casinò di Celebrity Ken Gienger, che secondo quanto riferito ha gestito la proprietà per quasi 30 anni, ha detto al Rapid City Journal e Pioniere delle Black Hills che la società madre sta semplicemente subendo una riorganizzazione.

“Nessuno sta cercando di essere licenziato”, ha spiegato Gienger. “Il nostro obiettivo è continuare a migliorare e ottenere il miglior risultato possibile. Potrebbe essere buono, potrebbe essere cattivo, ma funzionerà”.

Oltre allo spazio del casinò, Celebrity include un museo con cimeli dei film di Hollywood. Secondo il suo sito web, ci sono oltre 75 pezzi di cimeli cinematografici di film tra cui Ritorno al futuro, Redenzione di Shawshank, Senza sonno a Seattlee titanico.  

Deadwood morente

Solo due mesi fa l’attore di serie A Kevin Costner ha chiuso il suo casinò e ristorante Midnight Star. L’emporio del gioco d’azzardo era di proprietà di Costner da quando si innamorò per la prima volta di Deadwood nel 1990 mentre era sul posto per le riprese di Balla coi lupi.

Numerosi casinò hanno chiuso e le entrate di gioco continuano a diminuire. A settembre, le entrate lorde totali di slot e giochi da tavolo ammontano a $ 850.3 milioni, una perdita del 2.5% rispetto al 2016, quando l’anno si è concluso con un calo di quasi il XNUMX%.

Deadwood torna in vita

Gli analisti del turismo hanno affermato in passato che Deadwood non è riuscito a evolversi. “Un “rinfresco” del marchio di destinazione aiuta a mantenere lo status quo e ad attrarre nuovi mercati”, ha affermato il professore di ospitalità Alan Fyall nel 2015.

La Deadwood Gaming Association Mike Rodman ha dichiarato di aver chiesto al legislatore statale di consentire alla città di aumentare la tassa di soggiorno in hotel per generare più dollari di marketing e ha anche richiesto la vendita di liquori 24 ore su XNUMX, entrambe negate.

Rodman afferma che Deadwood sta attualmente lavorando a un piano completo per ringiovanire il gioco.

“Abbiamo avuto un periodo di cinque anni di riduzione dei ricavi … di cui abbiamo cercato di segnalare i campanelli d’allarme. Qualsiasi settore che ha quel periodo di calo dei ricavi ne risentirà gli impatti negativi”, ha spiegato Rodman.

“La Main Street di Deadwood è l’attrazione per i nostri visitatori e una Main Street sana è fondamentale per il continuo successo della città”, ha concluso.