Crown Resorts completa la vendita del terreno Alon interrotto a Wynn Resorts

La Crown Resorts di James Packer ha annunciato lunedì di aver completato la vendita della sua controllata Alon Las Vegas Resorts a Wynn Resorts Ltd per 300 milioni di dollari.

La conclusione dell’accordo segna la fine del sogno di James Packer a Las Vegas, mentre Wynn Resorts ha affermato che un progetto futuro non ancora rivelato attirerà più visitatori all’estremità nord della Strip e alle sue proprietà Wynn Las Vegas e Encore.

Di fronte a quelle proprietà, la tasca di terra dove doveva essere costruito l’Alon Las Vegas è stata un cantiere da quando la Nuova Frontiera è stata demolita da 1,000 libbre di esplosivo nel 2007. Wynn Resorts crede che la terra abbandonata dall’altra parte della strada abbia scoraggiato il passaggio nel la zona.

Alon Story Short

Crown Resorts ha acquistato il sito di New Frontier nel 2014 tramite pignoramento per $ 280 milioni dopo che anche un progetto precedente chiamato Las Vegas Plaza non è riuscito a decollare.

Il piano era quello di costruire un resort che sarebbe costato tra $ 1.6 miliardi e $ 1.9 miliardi, ha detto la società all’epoca. Alon Las Vegas Resorts è stata costituita con l’investimento di Oaktree Capital Management e dell’ex presidente di Wynn Las Vegas Andrew Pascal, con Crown che detiene il controllo.

Ma l’arresto nel 2016 e la successiva detenzione in Cina di un gruppo di dipendenti della Crown per aver promosso il gioco d’azzardo tra i cittadini cinesi ha indotto l’azienda australiana a ripensare completamente ai suoi piani di espansione internazionale.

Improvvisamente si è perso un enorme flusso di entrate quando è diventato chiaro che la società non poteva più fare affidamento su un afflusso costante di giocatori d’azzardo VIP cinesi nelle sue proprietà australiane.

Fallout dagli arresti in Cina

Gli arresti sono stati così dannosi per Crown che hanno costretto l’azienda a un’importante ristrutturazione delle sue finanze e del suo modello di business. Si è gradualmente ritirata da Melco-Crown, la società che Packer aveva formato con Lawrence Ho nel 2004, poiché cercava di limitare la propria esposizione agli investimenti nell’Asia orientale e concentrarsi su progetti meno rischiosi più vicini a casa, come la Crown Sydney in costruzione.

Alon è stata un’altra vittima di questa nuova direzione. I lavori di costruzione sono stati interrotti appena due mesi dopo gli arresti, poiché Crown ha annunciato che stava cercando di vendere il suo investimento.

È il secondo tentativo fallito di James Packer di aprire un casinò a Las Vegas. Nel 2009, Crown era pronta ad acquistare Cannery Casino Resorts per $ 1.8 miliardi, ma si è ritirata dall’accordo a causa del clima economico sfavorevole. È stato costretto a pagare una tassa di rottura di $ 320 milioni.

Lascia un commento