Cotai ora responsabile di oltre il 60% di tutte le entrate derivanti dai giochi di Macao

Quando i casinò arrivarono per la prima volta a Las Vegas, era Fremont Street che ospitava la maggior parte dei resort, solo per l’area del centro che in seguito fu superata dallo sfarzo e dal glamour della Strip di Las Vegas.

Ora, una dinamica simile si sta verificando a Macao, dove Cotai sta sempre più eclissando il resto della città quando si tratta di entrate da gioco.

Secondo un rapporto di Melco Resorts, Cotai è ora responsabile del 61.2 percento delle entrate del gioco nel territorio cinese, la prima volta che la quota di mercato dell’area è salita oltre il 60 percento.

Il bisogno di terra ha portato alla creazione di Cotai

Era quasi inevitabile che la cosiddetta Striscia di Cotai continuasse a crescere, lasciando il centro storico nella polvere. I più grandi e nuovi sviluppi nell’enclave si svolgono tutti sul pezzo di terra bonificata di due miglia quadrate che si trova in cima alla baia di Seac Pai.

Comprende quattro proprietà di proprietà di Sands China, tra cui il Venetian, il Sands Cotai Central, il Parisian Macao e il Plaza. A loro si uniscono il Wynn Palace, l’MGM Cotai, il Galaxy Macau e due resort Melco: City of Dreams e Studio City.

Anche con tutte quelle proprietà già in attività, ci sono ancora sviluppatori che cercano di accaparrarsi il loro pezzo della striscia di Cotai o delle aree limitrofe. Con meno spazio per lavorare a Macao che a Las Vegas, questo spesso significa rebranding e rilancio delle proprietà esistenti: ad esempio, il Sands Cotai Central viene rinominato con un tema britannico come il londinese Macao, mentre Melco prevede di rebrand uno dei loro hotel a City of Dreams come Libertine nel 2021.

I resort di Cotai alimentano la crescita di Macao

La crescita di Cotai è naturalmente una buona notizia per Macao nel suo insieme, poiché i ricavi continuano ad aumentare nel più grande centro di gioco d’azzardo del mondo. I ricavi da gioco anno su anno sono aumentati di un impressionante 17% ad agosto, con i casinò che hanno incassato 26.6 miliardi di patacas (3.3 miliardi di dollari) nel mese. Il territorio ha ora sperimentato 25 mesi consecutivi di crescita, anche se c’è stata qualche preoccupazione che un rallentamento economico cinese o una guerra commerciale con gli Stati Uniti potessero minacciare tali guadagni.

Secondo un rapporto di All’interno del gioco asiatico, Melco ha pubblicato rapporti sulla quota di Cotai delle entrate lorde di gioco (GGR) di Macao almeno dal 2014. All’epoca, Cotai aveva circa il 45.5% del mercato dei giochi di Macao, sebbene ciò fosse prima che molti dei casinò che sono ora attivi nel regione sono stati aperti.

L’aumento della quota di GGR è andato di pari passo con lo sviluppo di hotel di fascia alta. Secondo il rapporto Melco, Cotai ha ora circa il 60 percento delle camere a quattro e cinque stelle a Macao, rispetto al 47 percento circa all’inizio del 2014.

Lascia un commento