Conor McGregor arrestato a Miami Beach dopo un alterco, la star della UFC accusata di due reati

Conor McGregor è stato arrestato lunedì mattina presto a Miami Beach dopo aver afferrato il cellulare di uno spettatore che stava scattando una foto e rotto il dispositivo.

La star dell’UFC – che è passata al pugilato professionistico nell’agosto 2017 per combattere Floyd Mayweather, forse il più grande pugile nella storia di questo sport – ha combattuto l’ultima volta nell’Ottagono nell’ottobre 2018 contro Khabib Nurmagomedov.

Lunedì, la polizia di Miami Beach afferma che il 30enne ha afferrato il telefono di un uomo di 22 anni fuori dal Fontainebleau intorno alle 5 del mattino. Si dice che McGregor abbia calpestato più volte il telefono con il piede, e poi se ne sia andato con il dispositivo rotto.

McGregor è stato accusato di rapina a mano armata e di atti criminali, che sono entrambi reati.

McGregor rilasciato

Gli avvocati che rappresentano il combattente UFC sono stati impegnati negli ultimi anni.

Nel novembre del 2017, McGregor è saltato nella gabbia dopo che il suo compagno di squadra irlandese Charlie Ward ha vinto al suo debutto contro John Redmond. McGregor non era autorizzato come cornerman e quindi non era autorizzato all’interno dello spazio di combattimento. Quando è stato fermato da un commissario, McGregor ha schiaffeggiato il funzionario in faccia e ha continuato a festeggiare.

Lo scorso aprile, McGregor ha caricato un autobus all’interno del Barclay’s Center di Brooklyn che trasportava Nurmagomedov. McGregor ha lanciato un carrello contro l’autobus e ha frantumato un finestrino. In seguito si è dichiarato colpevole di condotta disordinata, ha svolto cinque giorni di servizio alla comunità e ha frequentato corsi di gestione della rabbia.

Per quanto riguarda questa settimana, i suoi avvocati affermano che la storia è stata gonfiata a dismisura.

Conor McGregor è stato coinvolto in un piccolo litigio che ha coinvolto un telefono cellulare che ha portato a una chiamata alle forze dell’ordine. Il signor McGregor apprezza la risposta delle forze dell’ordine e promette la sua piena collaborazione”, si legge nella dichiarazione.

McGregor è andato su Instagram per affrontare la situazione. Ha intitolato una foto: “La pazienza in questo mondo è una virtù su cui continuo a lavorare. Amo teneramente i miei fan. Grazie a tutti.”

McGregor ha pagato una cauzione di $ 12,500 lunedì alla fine ed è stato rilasciato.

Sospensioni revocate

Il divieto temporaneo di McGregor emesso dal NAC scadrà il 5 aprile. Ci sono già voci nel mondo delle MMA secondo cui McGregor vuole una rivincita con “The Eagle”.

“Khabib non riguarda i soldi, io lo sono. Khabib dice: ‘Nessun allenatore. Non se lo merita (una rivincita)’”, ha detto recentemente Mendez a BJPenn.com.

Conor potrebbe avere la possibilità di dimostrare la sua dignità tramite Donald Cerrone. Sebbene la lotta non sia stata confermata, è stata ipotizzata per mesi.

Se McGregor e Nurmagomedov dovessero tornare sul ring, d’ora in poi Conor sarebbe di nuovo il pesante perdente. Le probabilità sulla partita ipotetica hanno Khabib a 1/4, o probabilità implicite dell’80 percento. McGregor è a 3/1.

Lascia un commento