Casinò satellite della Pennsylvania L’ultimo stratagemma di gioco d’azzardo lanciato dai legislatori statali, le piccole città prese di mira

L’autorizzazione di 10 casinò satellite della Pennsylvania è il più recente potenziale furto di denaro che i legislatori statali stanno prendendo in considerazione nei loro sforzi per colmare un divario di spesa di $ 2.2 miliardi.

Il governatore Tom Wolf (D) ha permesso che un budget di 32 miliardi di dollari approvato dalla legislatura controllata dai repubblicani passasse e diventasse legge senza la sua firma.

Il progetto finanziario, tuttavia, è gravemente sottofinanziato. Concedere un budget che non viene pagato è tecnicamente illegale secondo la Costituzione della Pennsylvania, ma Wolf e l’Assemblea Generale sperano di trovare una rapida soluzione al deficit.

L’ultima idea è quella di consentire la costruzione di dieci casinò satellite della Pennsylvania in tutto il Commonwealth. Sebbene non sia stato redatto alcun disegno di legge formale, abbondano le voci secondo cui le licenze di gioco via satellite potrebbero essere messe all’asta, con offerte a partire da $ 10 milioni ciascuna.

Casinò in arrivo in città

Sette dei 12 casinò della Pennsylvania si trovano nelle aree di Philadelphia o Pittsburg. Ma i siti satellite sarebbero probabilmente destinati a metropoli più piccole in tutto lo stato di Keystone.

I “mini” casinò potrebbero arrivare in città come State College, sede della Penn State University, Altoona, Reading e York.

La preoccupazione è se le sedi satellite danneggeranno la solida industria del gioco d’azzardo dello stato. Le casse statali incassano oltre 1.4 miliardi di dollari di entrate dal gioco ogni anno, denaro che è vitale per allentare le tasse sulla proprietà.

Le comunità ospitanti dei 12 casinò fisici prendono anche $ 10 milioni all’anno per consentire il gioco d’azzardo nei loro cortili. Sebbene il pagamento delle azioni locali sia stato ritenuto incostituzionale dalla Corte Suprema della Pennsylvania lo scorso anno, i legislatori, così come molti dei casinò, hanno assicurato alle città locali che il pagamento annuale continuerà una volta trovata una risoluzione legale.

Le entrate totali del gioco sono state pari a $ 3.2 miliardi durante l’anno fiscale 2016/2017, che ha rappresentato un calo dello 0.78 percento rispetto all’anno precedente.

Soluzione a breve termine, problema a lungo termine

Il Partito Repubblicano tradizionalmente non ha sostenuto il gioco d’azzardo. Ma i conservatori non odiano altro che aumentare le tasse. Ecco perché l’espansione dei giochi ha trovato il favore a destra.

“Lo odio”, ha detto il rappresentante dello stato Stephen Bloom (R-Carlise) al The Associated Press recentemente. “Lo odio solo meno delle tasse.”

Wolf ha detto che sta cercando “entrate reali”, non entrate che “cannibalizzano e prendono da un secchio chiamato gioco d’azzardo a un altro”.

La State House ha approvato un disegno di legge per l’espansione del gioco d’azzardo che metterebbe slot in bar, ristoranti, autogrill e aeroporti, legalizzerebbe il gioco d’azzardo su Internet e i fantasport quotidiani e implementerebbe i regolamenti sulle scommesse sportive in caso di revoca del divieto federale.

Ma quella legislazione non ha trovato un sostegno adeguato nella camera alta. Il Senato dello Stato è preoccupato per la portata dell’espansione proposta e alcuni potenti senatori che rappresentano le contee che ospitano i casinò terrestri dello stato sono preoccupati per il potenziale bracconaggio dalle loro vacche da mungere.